Sergenti e Brigadieri: Fratelli d’Italia umilia e degrada i Sottufficiali Italiani!

Roma, 27 nov 2019 – NO ALL’UNIONE DEL RUOLO GRADUATI A QUELLO DEL RUOLO SERGENTI. Pubblichiamo di seguito il comunicato stampa dei delegati Co.ce.r. Sottufficiali del Ruolo Sergenti e Brigadieri di Esercito Italiano, Marina Militare, Aeronautica Militare, e Carabinieri.

CONSIGLIO CENTRALE DI RAPPRESENTANZA
DEI MILITARI

XII Mandato

COMUNICATO STAMPA

I delegati del ruolo Sergenti dell’Esercito Italiano, della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare unitamente ai Brigadieri dell’Arma dei Carabinieri esprimono il proprio netto dissenso verso le recenti esternazioni di altri “fenomeni” del gruppo Fratelli d’Italia i quali hanno annunciato di voler chiedere un impegno governativo teso ad unificare il Ruolo dei Sergenti con quello dei Graduati. Una soluzione avanzata dagli esponenti di Fratelli d’Italia che umilia e mortifica la professionalità dei 40 mila sottufficiali del ruolo Sergenti/Brigadieri che da oltre 25 anni dalla nascita del ruolo pongono al servizio del Paese l’impegno e sacrifici, anche familiari, con il solo intento di migliorarsi professionalmente.

I Sergenti e Brigadieri respingono pertanto, ogni proposta di unificazione del ruolo Sergenti con il ruolo sottoposto e considerano la posizione di Fratelli d’Italia una scelta di opportunismo tesa a creare mero consenso propagandistico ben sapendo che i primi strenui oppositori di tali proposte sono gli Stati Maggiori di Forza Armata e Comandi Generali.

Ricordiamo agli onorevoli parlamentari di Fratelli d’Italia che il decreto legislativo 94/2017 riconosce alle qualifiche apicali del ruolo funzioni di “indirizzo e controllo” paritetiche ai colleghi Sottufficiali del ruolo Marescialli. Altro che esecutivi! I delegati, fortemente preoccupati chiedono con estrema urgenza una audizione specifica sul tema unificazione al presidente della commissione difesa della Camera. Ci chiediamo con inquietudine a chi giova destabilizzare la serenità lavorativa degli uomini e delle donne in uniforme in un periodo così delicato? Ai “Fratelli d’Italia” l’ardua risposta.

I delegati Cocer Sottufficiali del Ruolo Sergenti e Brigadieri
Esercito Italiano Marina Militare Aeronautica Militare Carabinieri
Gennaro GALANTUOMO Vito ALO’ Tommaso BRASILE Antonello SERPI
Domenico BILELLO M. MARAGLINO Giuseppe RADOGNA Antonio TARALLO
Giuseppe SCIFO

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 thoughts on “Sergenti e Brigadieri: Fratelli d’Italia umilia e degrada i Sottufficiali Italiani!”

  1. Vorrei far presente che i cari colleghi provengono dal ruolo graduati. Sono proprio questi che denigrano il ruolo da cui sono nati. Voglio ricordare che unificando i ruoli porterebbe ad avere una miglioria invece di un decadimento.

  2. Bravi! Vedo che il vostro spirito di Corpo vi circonda. Giustamente i graduati devono morire pur di ottenere voi qualcosa. Vi state comportando proprio come i Sottufficiali che vollero il riordino del 1995. Con queste premesse vi auguro presto che verrete sostituiti dai Sindacati….

  3. Bisogna trovare una soluzione che vada bene per tutti. I Graduati ci vedono una soluzione ottimale. I Sergenti ci vedono una perdita. Perche’ se viene unito si deve staccare dai sottufficiali, e di conseguenza la perdita di alcuni benefici, tipo la cassa sottufficiali, ecc.

  4. Io sono un graduato con una laurea triennale in psicologia. Ci sono sergenti con la terza media, e loro fanno la guerra dei poveri come per non fare unificare il ruolo. Però gli ex 958 non si sono lamentati nel fare la domanda per diventare maresciallo, li è corretto vero? Quando il maresciallo esce dalla scuola Sott.li di Viterbo esce con una mini laurea. Che vergogna facciamo la guerra dei poveracci. Comunque io sicuramente non farò mai il sergentino, mi dispiace per molti colleghi che non vogliono o possono fare il concorso. Sicuramente farò l’ufficiale fra non molto. Cari saluti signori sergenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.