QUANDO I GENERALI E UFFICIALI ALZANO TROPPO LA VOCE VUOL DIRE CHE CHI STA SOTTO STA LAVORANDO BENE E GLI FA GIRARE I COSIDDETTI… Ne e’ la prova di tutto questo anche il can can contro l’operato dell’Ex Ministro della Difesa

Roma, 4 dic 2019 – TUTTI CONTRO ELISABETTA. MA COSA AVRA’ MAI FATTO DI COSI’ GRAVE? Presa di mira da giornali-contro, da politici-contro, da ufficiali-contro,  e da ex-generali. Non e’ per l’alloggio che in servizio gli spettava; Non e’ per la casa del marito ufficiale che gli spetta come Alloggio di Servizio ad Incarico; Non sono i 130, forse, elogi elargiti al personale (figuriamoci che il ministro gestisce piu’ di 300.000 individui). Molto probabilmente non ha accontentato i piu’, quelli che contano, i poteri forti che indossano la divisa o in giacca e cravatta. Ne e’ la riprova a cio’ che scrivevamo nel precedente articolo (vedi qui); ipotesi che trovano conferma anche nell’articolo uscito su Panorama (link a fondo pagina). Fatti questi presi a pretesto per “distruggere” la sua immagine e gettare discredito al suo movimento di appartenenza (colpevole di averla messa al Ministero). Tutto questo affinche’ non torni piu’. Non si sa mai.

Dicono che si sia circondata di consulenti ufficiali e non di basso livello (scegliere i consulenti spetta al Ministro, e questi vanno scelti per la fiducia e la lealta’ incondizionata verso il Ministro. E’ giusto che ognuno si scelga chi vuole. Forse era meglio metterci anche qualche maresciallo, sergente o graduato). Chi lo dice questo? Una gola profonda in divisa. Secondo questa gola profonda doveva scegliere i primi della classe. Quindi c’e’ qualcuno che gli rode, e molto. (E Dio ci salvi dai primi della classe). Poi, altri l’accusano di non aver sostenuto gli investimenti in armamenti. Dove c’e’ scritto che doveva farlo? Le nostre forze armate sono forze armate di pace, non aggressive. Serve il giusto per difendere la Patria. Risparmi che sono andati per la sanita’, per le scuole, per le pensioni quota 100, per i piu’ deboli e sfortunati del reddito di cittadinanza, per fare anche risparmiare uno stato spendaccione e pieno di debiti. Altri l’accusano anche – e da molto tempo – per aver autorizzato con decreto oltre 20 associazioni sindacali ad operare, in mancanza della legge. Un attacco senza precedenti.

L’ex Ministro voleva riequilibrare i diritti nelle forze armate, mettendo in atto una comunicazione con i bassi gradi, approvando provvedimenti a loro favore, mentre molti altri provvedimenti ancora non approvati saranno fatti morire. Un lato umano di questa donna che molti non dimenticheranno mai. Era troppo sbilanciata verso il basso, verso i graduati, verso i Sottufficiali. Rispondeva anche al personale sulla sua pagina facebook. Cosa molto grave per la gerarchia. Qualcosa, qualche segnalazione, qualche denuncia, poteva avere conseguenze negative sulla dirigenza.

Ecco che chi alza la voce quindi e’ quasi sempre in difficolta’, non riesce a controllare l’individuo o individui che gli danno fastidio: con le parole, con gli atti, con i provvedimenti, con la stampa, e vede il suo potere di comando messo in discussione, compresa la sua carriera. Ecco perche’ e’ bene rimanere sempre critici, scrivere, contestare, raccontare e parlarne. Non essere nelle grazie del Comandante significa avere dignita’ e carattere. Il rispetto va ricercato nei colleghi, da chi sa apprezzare il tuo operato, giusto, leale, rispettoso della legge e costituzione.

Per capire il senso di questo articolo, prima si suggerisce di leggere il precedente nostro articolo, cliccando qui >>>

Poi leggere l’ultimo “attacco” uscito sul settimanale Panorama, cliccando qui >>>

 

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 thoughts on “QUANDO I GENERALI E UFFICIALI ALZANO TROPPO LA VOCE VUOL DIRE CHE CHI STA SOTTO STA LAVORANDO BENE E GLI FA GIRARE I COSIDDETTI… Ne e’ la prova di tutto questo anche il can can contro l’operato dell’Ex Ministro della Difesa”

  1. Ennesimo articolo infarcito di retorica grullina! Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire e, peggio ancora, chi filtra gli eventi con gli occhi della propria ideologia! A mio avviso la Trenta ha semplicemente smantellato la rappresentanza sostituendola con un sindecato senza regolamenti ne prerogative! Non contenta, ha messo mano ad un riordino che (sembrava impossibile) ha peggiorato quello che non poteva essere peggiorato! Più volte ho notato il pentaorientamento di questa pagina, ma si sta rasentando il ridicolo con questo tifo (direi da stadio) che obnubila qualsiasi raziocinio. Perdonatemi, è solo libertà di pensiero di un grado basso!

  2. Nessun tifo. Il tuo pensiero e’ tuo. Il mio pensiero e’ mio. lascia da parte la politica, che qui non ci interessa a nessuno, compreso a me. E’ una costatazione. Tu la vedi diversa, io la vedo opposta alla tua.

  3. Per i militari, ammiratori di mostrine e bandoliere di pseudocavalierati, ho un annuncio che forse gli destabilizzera, pronti! Gli anni 80, sono passati. La Trenta è stata ed è ancora la apripista, per smantellare l’inutile, (perché non hanno autonomia e sono soggetti a vendette degli ufficiali) rappresentanza militare, per poi introdurre i più moderni Sindacati.
    So’ bene che per una parte di Ufficiale, nostalgici del vecchio militarismo è un boccone amaro, ma una medicina insostituibile. Un po come quella “supposta”, coscienti che seppur dolorosa e necessaria, per un moderno sistema militare. La Trenta, una donna, come la ex Ministra della Difesa Spagnola, come lei riformatrice è stata messa da parte, perché appunto, una riformatrice. I Sindacati, possono essere una dolce e fresca aria innovatrice per alcuni o dolorosissimi pugni in faccia per altri. Chi ha intelligenza capirà…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.