CONCORSO MARESCIALLI (EX MILITARI 958) / La nomina definitiva e’ legata alla sorte di alcuni attuali delegati del CO.CE.R. Sergenti? MA C’E’ UNA SOLUZIONE. E vediamo insieme quale potrebbe essere

Roma, 5 dic 2019 – LA CONVINZIONE CHE SIA ANCHE COSI’ NASCE DALLA LETTURA DELLA PROPOSTA DELL’ON. PAGANI, CON LA QUALE SI VORREBBE TROVARE UNA SOLUZIONE AI DELEGATI COCER SERGENTI, CHE SE PROMOSSI MARESCIALLI (PROVENIENZA EX 958), CESSEREBBERO IMMEDIATAMENTE DALLA CARICA DI DELEGATO NAZIONALE DEL CO.CE.R. SERGENTI.

Un altro indizio lo si capiva nell’avviso di PERSOMIL, dell’altro mese, dove scriveva, tra le altre cose: questa Direzione …. si “RISERVA” di effettuare la nomina a Maresciallo dei Sergenti e Graduati ex 958, senza motivare. Perche’ si deve riservare la nomina se le carte, i timbri e le firme ci stanno tutte? Un bel dilemma, che forse lo capiamo oggi che e’ trapelata questa cosa, alla quale non si pensava, anche perche’ la si dava per scontata.

E’ ovvio che se cambi categoria, cambi tutto, fai le valigie e ti sposti. Questo succede a qualsiasi militare che vince un concorso: se un maresciallo passa ufficiale, ed e’ del COCER, e’ ovvio che decade. Non puo’ rimanere in carica a tutelare i marescialli, quando invece e’ un Ufficiale.

COSA SI VORREBBE FARE, MA E’ SBAGLIATO. E’ CONTRO NATURA!
Si vorrebbe promuovere tutti i concorrenti idonei dell’ex-958 al grado di maresciallo, tranne i delegati del Cocer attuali e interessati alla promozione, rimandando la loro futura nomina a fine mandato quale rappresentante del COC.ER.

Sergenti e nel contempo garantirgli cosi’ anche la naturale conclusione della loro elezione a Delegati nazionali del COCER stesso. Una cosa che non sta nè in cielo e nè in terra. Ed e’ anche anticostituzionale, e spiego il perche’: si vuole raggirare la legge per agevolare la fine del mandato a un delegato, mettendo a rischio la tutela degli interessi dei Sergenti. Infatti questo delegato, sapendo che e’ gia’ promosso, quale tipo di tutela degli interessi del ruolo sergenti portera’ avanti, se ha gia’ la testa nel ruolo marescialli?

UNA SOLUZIONE POSSIBILE E MENO TRAUMATICA E’ QUESTA:
Promuovere subito tutti i concorrenti idonei al grado di maresciallo e nel contempo emanare un decreto ad hoc affinche ‘ gli attuali delegati del Cocer Sergenti, mantenendo la carica di delegato CO.CE.R., transitano quali delegati dei nuovi marescialli (ex-958), in aggiunta a quelli gia’ esistenti, nel ruolo marescialli.

Cosi’ in questa fase transitoria, e fino a fine mandato, ben conoscendo la loro storia di provenienza, potranno essere di aiuto per meglio tutelare i loro nuovi colleghi. Poi a fine mandato, se ritengono, si ricandidano insieme a tutti gli altri marescialli, senza nessuna ulteriore distinzione tra ex 958 e marescialli iter regolari.

COSA FARE ORA E SUBITO ?
Trovata questa soluzione, emanare immediatamente prima di Natale il Decreto di nomina a maresciallo assecondando cosi’ tutte le aspettative dei militari ex 958 vincitori del concorso marescialli, che gia’ tanto hanno “pagato” nel corso della loro lunga carriera militare.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.