165 MILIONI PER I VIGILI DEL FUOCO. Ma e’ ora di passare dagli annunci ai fatti, per tutti: militari, poliziotti, vigili del fuoco

Roma, 7 dic 2019 – BISOGNA PASSARE DAGLI ANNUNCI AGLI AUMENTI STIPENDIALI PER TUTTI IN BUSTA PAGA. E’ da un anno e mezzo che si parla di rinnovo contrattuale, di soldi, di indennita’ varie, di straordinari, di riordino carriere. Finora solo discussioni, qualche stanziamento economico e provvedimenti in fase di approvazione. E’ ora di dare seguito alle promesse e mettere in tasca ai lavoratori dello Stato questi soldi che gli spettano, a seguito di rinnovo del contratto triennale 2019/21. E’ passato il 2018, e’ passato tutto il 2019, e il 2020 dovra’ essere l’anno del riordino delle carriere e rinnovo contrattuale subito. Non si vive di solo lavoro; non si vive di solo annunci. Si vive anche di cose concrete e tangibili.

VIGILI DEL FUOCO: stanziati 160 milioni di euro per parificarli alle Forze dell’ordine.

Cosi’ il Ministro DI MAIO sugli stanziamenti ai Vigili del FUOCO: Parola data e mantenuta al nostro Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Il governo ha infatti stanziato 165 milioni di euro per l’equiparazione degli stipendi dei Vigili del Fuoco a quelli delle Forze dell’Ordine a ordinamento civile. Era da anni che aspettavano questa notizia e finalmente oggi il governo ha raggiunto l’accordo per realizzare quanto promesso. Questi uomini straordinari meritavano da tempo questo riconoscimento di dignità per il servizio che ogni giorno prestano alla Nazione. Grazie a Laura Castelli e Carlo Sibilia per il lavoro svolto e al presidente Conte e al ministro Gualtieri per l’impegno preso. Questa è una vittoria di tutto il governo.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.