NO AGLI SPAZZINI MILITARI. ROMA INTASATA, LE IMMONDIZIE NELLE AREE MILITARI DISMESSE DELLE PROVINCE DEL LAZIO? E’ questa una delle ipotesi in discussione

Roma, 12 dic 2019 – Una volta certe cose succedevano in altre citta’, NON nella Capitale, la quale dovrebbe essere il fiore all’occhiello dell’Italia turistica, del Papa, del Parlamento e del Governo del Paese tutto. La capitale ora e’ soffocata dalle immondizie, dalle inefficienze delle strutture di raccolta, dalla malavita che incendia – sembra  – i centri di raccolta, dai mezzi meccanici che si rompono spesso ed ecco che si chiede aiuto anche alla Difesa.

Fonti giornalistiche informano su un primo incontro avvenuto tra l’Ama e tecnici della Difesa per vagliare molte ipotesi, una fra tutte quella di allestire in aree militari dismesse dei centri di trasferenza. L’idea è stata lanciata dalla Regione alla Difesa che si è messa subito al lavoro al servizio della Capitale individuando dieci aree tra Roma e provincia: una delle quali a Castel Romano, in città, le altre sette fuori tra Bracciano, Sant’Oreste, Rocca di Papa, Tarquinia e Pomezia.

La Difesa pero’ sembrerebbe intenzionata soltanto a dare un aiuto logistico e non di raccolta dei rifiuti.

Ipotesi questa delle aree militari dismesse che ha sollevato molti dubbi, sia giuridici che dei Sindaci dei comuni interessati.

Al di la di tutto va salvaguardata la figura del Militare evitando di fargli raccogliere le immondizie, quando per questo c’e’ ben altro personale pagato, e anche meglio pagato del militare.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.