SONO 349 GIORNI CHE ABBIAMO IL CONTRATTO DI LAVORO SCADUTO

Roma, 15 dic 2019 – E SEMBRA CHE PASSERANNO ANCORA ALTRI MESI. POSSIBILI NOVITA’ PER IL TFS/TFR (liquidazione).  Tutto dipende dalla disponibilita’ economica. Cosa diversa invece è per i DIRIGENTI, i quali non sono contrattualizzati e il loro aumento avviene in modo automatico-biennale ad un tasso (una percentuale di calcolo rispetto al lordo) prestabilito (e i soldi chissa’ perche’ per loro ci sono sempre). Dall’ultimo incontro avuto tra il Governo e i Sindacati dei Lavoratori del Pubblico Impiego, e’ emerso che saranno reperiti altri soldi da indicare sul Def, il documento di economia e finanza che sarà approvato entro aprile 2020; risorse che allo stato attuale mancano per avviare il tavolo contrattuale 2019/21. La pazienza degli Statali e’ proverbiale; Con Berlusconi che ci blocco’ i contratti e ogni altra forma di automatismo stipendiale (anche per le promozioni di grado,!!!), siamo stati buoni dal 2010 al 2018. otto lunghissimi anni (4 contratti di lavoro persi) per vedere approvato poi un nuovo contratto triennale 2016/18 – grazie ad una sentenza della Corte Costituzionale, che porto’ in busta paga circa 85 euro lordi medi.

L’altra settimana il ministro del Tesoro ha messo sul piatto altri 200 milioni di euro, che sommati agli altri soldi gia’ stanziati per il pubblico impiego, abbiamo un tesoretto di circa 3,375 miliardi di euro. Dicono che ci sono i soldi, che stanziano altri soldi, ma ancora non si avviano le procedure per arrivare presto al rinnovo del contratto triennale 201921, scaduto il 31.12.2018, 349 giorni orsono.

Con questa cifra si potra’ aumentare gli stipendi del personale di circa il  3,50%. Si tratta di una cifra leggermente superiore all’incremento ottenuto sotto il governo Gentiloni per il triennio 2016-2018 e per il quale l’aumento medio mensile era stato del 3,48%, pari a circa 85 euro lordi.

Per i Sindacati si tratta di poca cosa, rispetto alle penalizzazioni subite nel passato: dalla cancellazione dei rinnovi dal 2010 al 2015 e per l’infausto passaggio dai rinnovi contrattuali biennali, al nuovo sistema triennale.

Facciamo un esempio tra il passato e il presente:

– se prima in sei anni si chiudevano tre contratti BIENNALI da circa 85 euro cadauno, alla fine del sesto anno il personale si trovava in busta paga 255 euro lordi mensili in piu’.

– ora con il nuovo sistema ci hanno fregato, perche’ non e’ che ci mettono piu’ soldi, ma in sei anni ti chiudono 2 contratti TRIENNALI da 85 euro lordi mensili cadauno, per un totale percepito dal sesto anno di euro 170 lordi mensili.

Non so come e perche’ all’epoca i sindacati firmarono questa scellerata nuova norma; forse per la solita responsabilita’ verso i conti in rosso e i debiti dello stato, che i politici periodicamente ci presentano il conto da pagare. Dovremmo scendere in piazza, farci sentire, mettere alle corde la politica che governa; ma invece tiriamo a  campare, ce ne freghiamo. Poi ci lamentiamo? Ma!

Quanto detto qui sopra riguarda tutto il personale statale (dipendenti civili e militari), circa 4 milioni di dipendenti.

Per i militari si aggiungera’ qualcosa in piu’ con il riordino delle carriere, ma come gia’ scoperto, si trattera’ della solita dieci euro al mese. C’e’ poco da stare allegri.

Forse l’unica cosa positiva potrebbe essere il fatto che il Governo si voglia impegnare con i Sindacati per ritornare a pagare la liquidazione TFS o TFR entro i 6 mesi dal pensionamento, come funzionava una volta. Oggi ci vogliono 1, 2, 3 o 4 anni, dipende dall’importo della liquidazione. Uno lavora una vita, ha dei suoi progetti a fine carriera, e deve ancora aspettare 2 – 4 anni per avere il suo TFS?

Non mi sembra che ci sia molto rispetto di chi ci ha governato nel passato, di chi governa oggi e chi governera’ domani! Ci trattano come vogliono loro, pero’ se lo fanno, e’ a norma di legge!

Per approfondire meglio l’argomento si segnala la lettura di questo articolo, clicca qui >>>

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “SONO 349 GIORNI CHE ABBIAMO IL CONTRATTO DI LAVORO SCADUTO”

  1. Se rispettassero puntualmente le scadenza (ma non lo fanno) al termine dei tre anni in pochi mesi dovresti avere il nuovo contratto, ma non é così, un contratto viene chiuso in sei anni, tre di maturazione e tre di approvazione, che affare. Poi non vedo il perché i dirigenti già bene economicamente i soldi sono puntuali, nonostante la divisa sia uguale e questo é una grandissima disparità di trattamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.