OGGI SARA’ APPROVATO IL CORRETTIVO AL RIORDINO / L’analisi di alcuni nostri delegati del CO.CE.R..

Roma, 21 dic 2019 – Entro oggi dovrebbero firmare il Decreto dei Correttivi. (Nota della Redazione: il CDM e’ riunito oggi sabato 21.12.2019 per la discussione anche dei correttivi al riordino). I nostri delegati del Co.ce.r. si sono spesi al massimo per ottenere il piu’ possibile per il personale. Purtroppo la mancanza di fondi e’ stata un limite, non solo per i militari, ma anche per i poliziotti, finanzieri, carabinieri e poliziotti penitenziari. Si spera in un nuovo futuro riordino che possa raccogliere tutte le nostre aspettative. 

Segue info sul correttivo, a titolo personale, di NITTI Leonardo, FICO Pasquale e MICCICHÈ Salvatore.

“Fino ad ora abbiamo lavorato per vedere se era possibile inserire qualcosa che era consigliato nell’atto. Noi come rappresentanti abbiamo fatte molte proposte, alcune sono passate, altre no. La cosa che mi lascia l’amaro in bocca è che non ci hanno concesso, in maniera transitoria fino al 2024, i concorsi straordinari RS (300 posti ogni anno), riservati ai marescialli che hanno la laurea triennale, provenienti da corsi triennali. Inoltre non ci hanno concesso il ruolo tecnico amministrativo ufficiali, né la suddivisione del ruolo in RS e RN, l’assegno di funzione direttivo ed altro.

Speriamo che almeno a gennaio si apra la concertazione e nella Legge di bilancio inseriscano dei fondi per un nuovo riordino.

Pertanto il provvedimento del riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle FFAA, non ha raggiunto i risultati auspicati, per mancanza di risorse stanziate. Però dobbiamo anche dire che le risorse maggiori sono state assorbite dal nostro Ruolo:

– Siamo riusciti ad accorciare gli anni di permanenza in meno nei vari gradi;

– Riconoscere ai 1° marescialli, già penalizzati nel riordino del 2017 a transitare Lgt; – Ad eliminare la valutazione a terzi dei marescialli capi (ora due aliquote) e 1 anno in meno di permanenza nel grado;

– Rendere giustizia al Ruolo d’onore che erano bloccati nel vecchio grado;

– A ridare dignità a chi nel 2017 andò in pensione senza raggiungere il grado apicale, perdendo di fatto i 6 scatti di anzianità ed inoltre stralciati dall’avanzamento;

– Ci hanno concesso un assegno pensionabile alle qualifiche apicali, ecc.
Appena abbiamo il Decreto lo pubblicheremo.”

Info sul correttivo, a titolo personale, di NITTI Leonardo, FICO Pasquale e MICCICHÈ Salvatore.

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.