E’ SCOMPARSO IL GENERALE C.A. CORCIONE. EX CAPO SMD – EX MINISTRO DIFESA NEGLI ANNI ’90. Il cordoglio Del Ministro Guerini e del CSMD Generale Vecciarelli

Roma, 6 gen 2019 – GUERINI: PROFONDO CORDOGLIO DA PARTE DELLA FAMIGLIA DELLA DIFESA PER LA SCOMPARSA DEL GENERALE CORCIONE, UN SERVITORE DELLO STATO. “Esprimo profondo cordoglio a nome di tutta la famiglia della Difesa per la scomparsa del Generale Corcione, un servitore dello Stato” così il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini in una nota di cordoglio per la scomparsa del Generale Corcione, già Capo di Stato Maggiore dell’Esercito e della Difesa e primo militare in congedo, durante il Governo Dini dal gennaio ’95 al maggio ’96, ad assumere in Italia la carica di ministro della Difesa. (difesa.it).


Il Cordoglio del Generale Vecciarelli per la scomparsa del Generale Domenico Corcione.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Enzo Vecciarelli, esprime profondo cordoglio alla famiglia del Generale Domenico Corcione a nome suo personale e di tutte le Forze Armate.

Il Generale Corcione tra la fine degli anni 80 e l’inizio degli anni 90 ha servito le Istituzioni ai vertici militari come Capo di Stato Maggiore dell’Esercito e Capo di Stato Maggiore della Difesa e poi, in congedo, ha ricoperto l’incarico di Ministro della Difesa. (difesa.it).


Biografia del Generale C.A. CORCIONE

Ufficiale del Genio, nato a Torino il 20 aprile 1929. E’ entrato nell’Accademia Militare di Modena nel 1950, uscendone con il grado di Sottotenente del Genio nel 1952. Successivamente ha frequentato la Scuola di Applicazione d’Arma a Torino e la Scuola di Guerra di Civitavecchia. Ha conseguito la laurea in ingegneria civile presso il Politecnico di Milano. E’ stato Comandante di sezione e Comandante dei corsi Genio, nonchè insegnante titolare presso la Scuola di Applicazione del Genio dal 1961 al 1964. Ha comandato il Battaglione Genio Pontieri “Mantova” negli anni 1967 e 1968, il 2° Reggimento Genio Pontieri dal 1972 al 1974, la Brigata Meccanizzata “Legnano” dal 1977 al 1979 e la Divisione Corazzata “Centauro” dall’ottobre 1983 all’ottobre 1984. Ha prestato servizio presso l’Ufficio Operazioni dello Stato Maggiore dell’Esercito ed ha ricoperto gli incarichi di Capo Ufficio Infrastrutture, Vice Capo del 4° Reparto dello Stato Maggiore dell’Esercito e Vice Ispettore Logistico dell’Esercito. Successivamente dall’ottobre 1980 all’ottobre 1983 è stato Capo dello stesso Reparto ed Ispettore Logistico dell’Esercito. Dal 26 giugno 1985 al 17 settembre 1987 ha comandato la Regione Militare Nord Ovest. Dal 18 settembre 1987 al 15 maggio 1989 ha ricoperto la carica del Presidente del Centro Alti Studi della Difesa – CASD.

Dal 16 maggio 1989 al 31 dicembre 1990 è stato Capo di Stato Maggiore dell’Esercito.

Dal 1° aprile 1990 al 31 dicembre 1993, data del suo collocamento in ausiliaria per superati limiti di età, ha assolto l’incarico di Capo di Stato Maggiore della Difesa.

Primo militare dell’era repubblicana, nella XII legislatura dal 17 gennaio 1995 al 17 maggio 1996 è stato Ministro della Difesa nel Governo Dini.

Onorificenze:
Croce d’Oro al Valore dell’Esercito; Cavaliere Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana; Medaglia Mauriziana; Medaglia d’Oro della CRI; Medaglia d’Argento al Merito di lungo comando; Croce d’Oro anzianità di servizio; Commendatore dell’Ordine della Legione d’Onore della Repubblica francese; Commendatore dell’Ordine della Legione del Merito degli USA. E’ stato insignito con numerose altre onorificenze, nonché titoli onorifici, nazionali ed internazionali. Coniugato, un figlio, risiede a Torino.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.