MIGRAZIONE CLANDESTINA. Open Arms e Sea Watch 3: assegnati i porti. Comunicato del Ministero dell’Interno

Roma, 14 gen 2020 – SICUREZZA – GESTIONE DELL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. MINISTERO DELL’INTERNO: Francia, Germania, Portogallo e Irlanda hanno dato disponibilità ad accogliere i richiedenti asilo a bordo. In seguito alle richieste avanzate, all’ Open Arms e alla Sea Watch 3 sono stati assegnati, rispettivamente, i porti di Messina e Taranto.Francia, Germania, Portogallo e Irlanda hanno già dato la loro disponibilità ad accogliere i richiedenti asilo a bordo. La disponibilità è stata offerta sulla base dell’apertura della procedura di ridistribuzione dei migranti a livello europeo avviata dalla Commissione UE anche sulla scorta del pre-accordo di Malta. Questo il comunicato stampa del Ministero dell’Interno.


Lamorgese incontra al Viminale il direttore Oim Antonio Vitorino
14 Gennaio 2020 – Immigrazione e asilo

Il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha incontrato questo pomeriggio al Viminale il Direttore Generale dell’Organizzazione Internazionale per le migrazioni, Antonio Vitorino.

L’incontro è stato l’occasione per fare il punto sullo stato della collaborazione tra Interno ed OIM e condividere nuove iniziative. Vi è stato uno scambio di opinioni sulla situazione libica e sui suoi effetti in tema di flussi migratori.

La titolare del Viminale ha espresso “vivo apprezzamento per i consolidati ed ottimi rapporti tra Interno ed OIM, che, da sempre, è un partner di riferimento per una gestione ordinaria e sostenibile del fenomeno migratorio”. “Oggi più che mai – ha proseguito Lamorgese – l’OIM riveste un ruolo fondamentale nel più generale e complesso scenario mediterraneo. Mi riferisco, in particolare, a due direttrici di intervento in Libia: la salvaguardia dei diritti umani, all’interno e all’esterno dei centri per i migranti, e lo sviluppo delle regioni libiche maggiormente interessate dai flussi migratori”.

“Rilevante – ha concluso la responsabile dell’Interno – è il ruolo di supporto svolto dall’OIM per il ricollocamento in altri Stati Membri UE, a seguito della Dichiarazione di Malta, dei richiedenti asilo sbarcati in Italia”. (Comunicato stampa Ministero Interno).

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.