E’ BASTATO UN VIRUS PER METTERE IN GINOCCHIO ECONOMICAMENTE MEZZO MONDO. PER NOI MILITARI COME SI METTERANNO LE QUESTIONI ECONOMICHE?

Roma, 29 feb 2020 – DAL RINNOVO DEL CONTRATTO DI LAVORO ALLA RIDUZIONE DELLE TASSE IN BUSTA PAGA. Il virus sta creando un danno economico calcolato per la sola Italia dai 10 ai trenta miliardi di euro. Dipende da quanto durera’ e da quanto verra’ danneggiata l’economia. Una voragine economica che spinge il Governo a buttare le mani avanti chiedendo l’autorizzazione a sforare i bilanci. E chiede aiuto anche all’Europa. 

Di fronte a questa emergenza prima sanitaria, perche’ la salute dei cittadini deve essere preservata per prima e poi viene la questione economica, c’e’ da chiedersi cosa succedera’ ai provvedimenti in atto che riguardano la questione economica dei lavoratori, degli statali, dei militari e poliziotti. Sara’ confermato il rinnovo del contratto di lavoro e gli altri provvedimenti economici annunciati prima dell’emergenza virus? A breve i Sindacati dei lavoratori saranno ricevuti dal Governo per cercare di capire di che tipo di aiuto bisogna fornire alle imprese al fine di non chiudere e garantire gli stipendi ai lavoratori, nelle zone colpite e nelle altre zone dove il mercato italiano ristagna o non tira piu’. La Cina e’ bloccata. Tutto e’ bloccato.

Bisognera’ accontentarsi di avere il solo lavoro statale garantito e ritenersi fortunati di fronte a queste emergenze economiche? Di fronte a queste emergenze come si fa a chiedere piu’ soldi? Forse bisognera’ attendere la fine dell’emergenza per rifare i conti e rimboccarsi le maniche. Vedremo cosa succedera’. Speriamo che finisca bene per tutti.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “E’ BASTATO UN VIRUS PER METTERE IN GINOCCHIO ECONOMICAMENTE MEZZO MONDO. PER NOI MILITARI COME SI METTERANNO LE QUESTIONI ECONOMICHE?”

  1. sono oltre dieci anni che ci dicono sempre la stessa cosa, crisi, i soldi non ci sono mentre elargiscono miliardi alle banche,nuova povertà, gestione missioni estero, movimenti masse di migranti e ora il coronavirus. Così ci hanno sempre messi da parte. Ricordo a chi deve dare che il futuro potrebbe essere ancor più nero di oggi e allora – così – saremo sempre gli stessi a pagare e non va bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.