LICENZA STRAORDINARIA PER CAUSE DERIVANTI DA CORONAVIRUS. RECEPITE LE RICHIESTE del Sindacato Interforze SIULM. Comunicato stampa

Roma, 6 mar 2020 – Comunicato stampa. RECEPITE LE RICHIESTE del Sindacato Interforze SIULM: Si può concedere licenza straordinaria, per cause derivanti da emergenza corona virus, per le famiglie dei militari a tutela del ruolo di genitori ed a tutela dei figli. Tre giorni fa avevamo richiesto ai vertici della Difesa, come SINDACATO INTERFORZE, che venisse concessa alle famiglie dei militari, con entrambi i genitori lavoratori e almeno uno in divisa, la possibilità di usufruire di licenza straordinaria per accudire i figli. Tanto più la avevamo richiesta anche per le madri militari che hanno figli in età scolare affidati.

OGGI, a firma d’ordine del VICE DIRETTORE GENERALE (Brig. Gen. C.C.r.n. Massimo CROCE), è stata emanata la seguente circolare del MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE, avente come OGGETTO: Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Nella quale si legge:

1. Con il Decreto-Legge 2 marzo 2020, n. 9 sono state emanate disposizioni urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

2. In particolare, l’articolo 19 ha introdotto misure nei confronti dei lavoratori pubblici, stabilendo:

a. al comma 1, che il periodo trascorso in malattia o in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva dovuta al COVID-19 sia equiparato al periodo di ricovero ospedaliero;

b. al comma 3, che i periodi di assenza dal servizio imposti da provvedimenti di contenimento del fenomeno epidemiologico adottati con decreti del Presidente del Consiglio dei ministri(sinora sono stati emanati i DPCM del 23 febbraio 2020, del 1° marzo 2020 e del 4 marzo 2020) costituiscono servizio prestato a tutti gli effetti di legge.

3. Ciò posto, per l’intero periodo di durata dello stato di emergenza dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 e nelle more di eventuali disposizioni di settore:

a. il personale militare assente dal servizio per le ragioni di cui al precedente para 2, lett. a.,certificate dalla competente autorità sanitaria, è da collocare in licenza straordinaria. Il periodo trascorso in tale posizione non deve –al momento– essere computato nel limite massimo previsto; ciò in deroga alle disposizioni impartite in materia da questa DirezioneGenerale con circolari n. M_D GMIL2 VDGM II SSS 2014/0010977 del 17 gennaio 2014 e n. M_D GMIL 0487885 del 4 agosto 2015 (per i volontari in ferma prefissata);

b. per quanto concerne la situazione di cui al para 2, lett. b., il militare interessato è tenuto a dare sollecita comunicazione al proprio comando/ente di appartenenza degli eventi che impediscono, in base alle misure di contenimento del contagio, l’espletamento del servizio,ai sensi dell’articolo 748, comma 5, lett. b. del D.P.R. 15 marzo 2010, n. 90. In tale caso, i periodi di assenza costituiscono servizio prestato a tutti gli effetti di legge.

4. SI SOGGIUNGE, ALTRESÌ, CHE È FATTA SALVA LA FACOLTÀ DEL COMANDANTE DI CORPO DI CONCEDERE UNA LICENZA STRAORDINARIA “PER GRAVI MOTIVI DEBITAMENTE DOCUMENTATI” FINO A 45 GIORNI ANNUI, NELLA MISURA NECESSARIA A SODDISFARE EVENTUALI ESIGENZE CONNESSE CON LA SITUAZIONE DI EMERGENZA IN ATTO .

5. Gli Enti in indirizzo sono invitati a curare la capillare diramazione della presente circolare, consultabile, tra l’altro, sul sito www.persomil.difesa.it di questa Direzione Generale, a tutti i Comandi/Enti dipendenti, per la opportuna e tempestiva informazione del personale interessato.

COME SINDACATO INTERFORZE PRENDIAMO ATTO CON SODDISFAZIONE CHE quanto abbiamo segnalato è stato recepito in tempi brevi . Ovviamente auspichiamo, ponendo attenzione massima sul tema, che i Comandanti di Corpo, che hanno la facoltà di agire a loro discrezione, applichino quanto scritto con attenzione e senza rigidità arcaiche , anche in considerazione della unicità e particolarità dell’emergenza in atto. Si tuteli al massimo il ruolo delle famiglie militari, i loro diritti ed i diritti di genitorialità in tutte le famiglie di militari che hanno entrambi i genitori lavoratori ed almeno uno in uniforme, che non riescano o possano trovare forme alternative per assistere i propri figli in età scolare.

Il SIULM, SINDACATO INTERFORZE DELLE FF.AA e CARABINIERI sta monitorando con la massima attenzione anche tutte le attività dei tanti cittadini in uniforme impegnati, con un eccezionale modello interforze, in questi giorni, al servizio del paese. Seguiamo anche tutte le attività e le misure che vengono adottate per la sicurezza e la tutela di tutti i militari , sui luoghi militari, in tutti gli enti militari del territorio nazionale. NON ESITEREMO A DENUNCIARE, nel caso si verificassero ( uno lo stiamo monitorando e verificando ) , casi in cui si trascuri la tutela della salute personale specialmente nei grandi enti e nelle grandi basi.

SIULM

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.