I DELEGATI DEL COCER ESERCITO INTERVENGONO SULLE ASSENZE DAL SERVIZIO DEL PERSONALE MILITARE IN EMERGENZA COVID-19. Si sono verificate situazioni contraddittorie e singolari a discapito di parte del personale. Vediamo di cosa si tratta

Roma, 5 mag 2020 – Comunicato dei delegati del Cocer Esercito Pasquale Fico, Gennaro Galantuomo, Domenico Bilello, Francesco Gentile  e Antonino Duca. “In questa emergenza sanitaria anche le pubbliche amministrazioni si sono dotate di vari regolamenti e disposizioni al fine di attuare quella che sembra essere l’unica vera cura precauzionale per arginare il Covid-19: ossia il distanziamento sociale, avvalendosi del lavoro agile in modo da dispensare i lavoratori dal recarsi in ufficio.

Tuttavia, in fase applicativa, alcuni dirigenti si sono distinti per aver “invogliato” il personale alle loro dipendenze, usando la circostanza emergenziale, a fruire di ferie e recuperi compensativi.

Infatti vi sono stati casi in cui il personale pur di “acconsentire” ha dovuto ricorrere al proprio piano ferie per rimanere a casa.

Situazione di fatto, in “contrapposizione” alle norme scritte dalla Forza Armata, ed in contrasto con quei valori non scritti a cui ogni militare dovrebbe ispirarsi.

Utilizzare un momento di emergenza come quello odierno, e far ricadere i costi dell’emergenza sul personale è un atto distonico all’etica militare.

In tutto ciò, spiccano fortunatamente le figure di Comandanti come il Gen. C.A. Rosario Castellano, ed il Gen. C.A. Camporeale rispettivamente Comandante del Comando delle Forze Operative del Sud, e del Comando per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito i quali, con lungimiranza, nutrendo, forse perplessità sul possibile operato di qualche dirigente non in linea con le disposizioni, hanno inteso emanare un ordine secco, teso a tutelare il personale.

Si legge, infatti, nella disposizione a firma del Vertice d’Area Castellano “… In merito alla posizione di licenza straordinaria potrebbe essersi verificato qualche episodio in cui il personale dipendente sia stato collocato in licenza ordinaria senza averne fatta esplicita richiesta…dispongo che la licenza ordinaria (ad eccezione di coloro i quali ne abbiano fatta esplicita richiesta) venga convertita in licenza straordinaria per temporanea dispensa dal servizio”.

Il Gen. C.A. Castellano ed il Gen. C.A. Camporeale incarnano, a nostro modestissimo parere, la figura che ogni Militare vorrebbe avere come Comandante ed auspichiamo che il loro esempio crei quel sano spirito di emulazione tra i rispettivi dirigenti dipendenti.

Una domanda nasce spontanea: se altri aventi causa avessero condiviso la loro lodevole azione quante situazioni sgradevoli e contenziosi ai sarebbero potute evitare?

Esprimiamo il nostro sentito ringraziamento verso quei Comandanti che con responsabilità hanno puntualmente tutelato il personale”.

I Delegati Co.Ce.R.
Pasquale Fico
Gennaro Galantuomo
Domenico Bilello
Francesco Gentile
Antonino Duca

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.