DISCRIMINAZIONE DELLA REGIONE SICILIA NEI CONFRONTI DELLE FORZE ARMATE

Roma, 9 mag 2020 – Comunicato stampa USMIA. Prendendo spunto da quanto già dichiarato da alcuni delegati COCER in data 7 maggio 2020, con stupore e grande amarezza, dobbiamo registrare l’ennesimo episodio di un trattamento discriminatorio nei confronti del personale con le stellette, in questo caso da parte del Governo Regionale Siciliano. E’ infatti notizia recente che nell’approvazione della finanziaria da parte della Giunta della Regione Sicilia, presieduta da Nello Musumeci, sono stati stanziati 3 milioni di euro, dopo 14 anni, per il trasporto gratuito delle Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco, escludendo il personale delle Forze Armate”.

A riguardo non si può non sottolineare l’impegno del personale delle Forze Armate e con esse della
Capitaneria di Porto Guardia – Costiera, voluto peraltro dal Presidente della Regione Sicilia, nel quadro della grave emergenza sanitaria in corso, sia nel controllo del territorio che nella sanificazione delle Zone Rosse Siciliane (TROINA , VILLAFRATI), nonché per le attività svolte in mare e nei porti anche per la continua emergenza migratoria. Attività che hanno riscosso il plauso unanime di tutte le Autorità preposte.

USMIA, confidando nell’immediata rettifica da parte del Governo Regionale Siciliano e auspicando che la discriminazione verificatasi sia la conseguenza di una mera dimenticanza, rimane al fianco di tutto il personale delle Forze Armate in Sicilia, sempre impegnato in prima linea con lealtà ed abnegazione. Roma, 8 maggio 2020

LA SEGRETERIA NAZIONALE USMIA

 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.