Contrabbando di sigarette e cialis tra Italia e Libia, in manette militari della Marina. I fatti risalgono a  circa 2 anni fa.

Roma, 12 mag 2020 – Agenzia DIRE. La procura di Brindisi ha ottenuto l’arresto di sei persone, altre invece sono agli arresti domiciliari e una è stata sottoposta all’obbligo di dimora. L’indagine è iniziata dopo un controllo effettuato sulla nave Caprera, arrivata nel porto di Brindisi da Tripoli il 15 luglio di due anni fa. Erano impegnati nell’operazione “Mare sicuro” facendo la spola tra l’Italia e la Libia. Tratta che hanno usato per trasportare sigarette di contrabbando e cialis, il farmaco per curare la disfunzione erettile e l’ipertensione polmonare arteriosa.

Ne è convinta la procura di Brindisi che ha chiesto e ottenuto l’arresto di sei persone, cinque sono militari della Marina: uno di loro è in carcere. Gli altri, invece, sono agli arresti domiciliari e uno è stato sottoposto all’obbligo di dimora. Le accuse contestate nell’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Brindisi sono imbarco arbitrario di merci di contrabbando su una nave militare, peculato d’uso, istigazione alla corruzione, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio e falso ideologico.

I destinatari del provvedimento richiesto dal magistrato Antonio De Donno, sono… L’articolo completo dell’Agenzia DIRE continua qui >>> https://www.dire.it/11-05-2020/458399-contrabbando-di-sigarette-e-cialis-tra-italia-e-libia-in-manette-militari-della-marina/

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.