Nave Caprera, altri due ufficiali indagati nell’inchiesta sul contrabbando di sigarette dalla Libia

Roma, 16 mag 2020 – Si tratta di due Sottotenenti di Vascello. Sale quindi a otto il numero di persone coinvolte nell’inchiesta ribattezzata “Amianto”, che ha già portato altri militari in carcere per un carico da 700 chili imbarcato su una nave della Marina Militare italiana.
Il contrabbando di sigarette dalla Libia  era iniziato ben prima che la nave Caprera arrivasse a Tripoli. Ne sono convinti gli inquirenti brindisini che hanno iscritto due nuovi ufficiali nel registro degli indagati. Nelle scorse ore ai due è stato notificato un avviso di garanzia.

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.