STATALI, SEMPRE SOTTO ATTACCO? Ma le istituzioni funzionano bene e tutto va avanti. Ma c’e’ sempre chi ci vede del disservizio. L’altro giorno sulla stampa…

Roma, 6 giu 2020 – STATALI, PRESI DI MIRA ANCHE DURANTE IL LOOKDOWN. E ANCHE PRIMA E DOPO. Bisogna sentirsi in colpa a svolgere un lavoro sotto lo Stato? Certamente no, se lo si svolge con competenza, serieta’ e onesta’ su tutto. Un lavoro magari pagato peggio di altri, a parita’ di qualifiche, ma sicuro nel tempo. E nonostante cio’ arrivano sempre gli attacchi. La colpa? Forse di qualche assenteista, qualche disonesto o lavativo che ogni tanto salta fuori e ci mette in imbarazzo. Ma la responsabilita’ e’ personale e non bisogna sentirsi assolutamente colpevolizzati se qualcuno sbaglia. Magari la responsabilita’ va ricercata anche su chi dirige l’ufficio di quel lavativo, di quell’assenteista, di quel disonesto, che spesso si fa finta di non vedere per qualche motivo che compromette o coinvolge anche altri responsabili sopra di lui. Come militari, poi, dobbiamo essere al di sopra di ogni sospetto, piu’ degli altri, perche’ indossiamo una divisa e rappresentiamo con maggiore evidenza l’appartenenza allo Stato.

Detto questo, proponiamo la lettura del seguente articolo, giusto per rimanere aggiornati sul pensiero che si ha di noi.

ARTICOLO USCITO SU LIBEROQUOTIDIANO.IT IL GIORNO 4.6.2020

Gli statali? “Una stirpe divina”, il sondaggio che li inchioda: ecco il vero piano post-coronavirus. Per leggere l’articolo clicca qui >>>

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.