ART . 54 / RICALCOLO PENSIONE MILITARE / LA CORTE DEI CONTI Sezione giurisdizionale per la regione Basilicata emette una nuova sentenza positiva al ricorrente. Questa volta dell’Arma dei carabinieri. UN’ALTRA SCONFITTA PER L’INPS.

Roma, 9 giu 2020 – L’INPS, ANCHE IN PERIODO DI CORONAVIRUS VIENE CONDANNATA AL RICALCOLO DELLA PENSIONE DI UN CARABINIERE SECONDO LE MODALITA’ PREVISTE DALL’ART. 54. La Sentenza emessa dalla Corte dei Conti della Basilicata e’ la n. 13/2020/C del 9.6.2020. E’ possibile che dopo centinaia di ricorsi persi da parte dell’INPS la stessa si ostina ancora a non riconoscere questo diritto? Per il personale militare in pensione va ricordato che e’ bene ricorrere e non arrendersi mai. Il ricalcolo e’ un diritto.

In sostanza il giudice ha concluso:

P.Q.M.

La Corte dei conti – Sezione Giurisdizionale per la Basilicata, definitivamente pronunciando, accoglie il ricorso di parte attrice e per l’effetto, dichiara il diritto del sig. XXXX alla riliquidazione della pensione in godimento con applicazione, sulla quota calcolata con il sistema retributivo, dell’aliquota di cui all’art. 54 del d.P.R. n. 1092/1973, a valere sui ratei spettanti a ritroso e con decorrenza dalla domanda dell’interessato.

Sui maggiori ratei di pensione conseguentemente dovuti spettano al ricorrente gli interessi nella misura legale e la rivalutazione monetaria (quest’ultima limitatamente all’importo eventualmente eccedente quello dovuto per interessi), con decorrenza dalla data di scadenza di ciascun rateo e sino al pagamento.

Spese compensate.

La sentenza completa e’ disponibile qui >>>

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

11 thoughts on “ART . 54 / RICALCOLO PENSIONE MILITARE / LA CORTE DEI CONTI Sezione giurisdizionale per la regione Basilicata emette una nuova sentenza positiva al ricorrente. Questa volta dell’Arma dei carabinieri. UN’ALTRA SCONFITTA PER L’INPS.”

  1. Incredibile, sto monitorando questa ingiustizia da 2 anni ormai , non so se può sembrare grottesco , ma di fatto lo è ! Ma come fa un ente a non omogenizzare un sacrosanto diritto palesato da evidenze incontrovertibili dove 3 sentenza delle 3 sezioni della Corte d’Appello d’Italia gli hanno intimano di restituire il maltolto ?

  2. Non mi è chiaro se sulla scia di quanto scaturito da questa sentenza, potrebbe rientrare anche chi aveva meno di 15 anni alla data del 1995, visto che il supposto limite 15/20 non trova fondamento.

  3. Ogni tanto, postate anche le sentenze di militari con meno di 15 anni di servizio al 1995: Sentenza n. 210/2020 pubblicata il 04/06/2020: largo ai “giovani”!

  4. Salve, ho letto di molti ricorsi inviati all’INPS di personale di FF.AA e FF.PP con meno di 15 anni di servizio effettivo alla data del 31.12.1995 ma ancora nessuna vera conferma di qualcuno effettivamente vinto o comunque monetizzato all’aliquota prevista .
    Mi chiedo : qualcuno ha gia’ avuto risposta dall’ INPS con una revisione REALE del cedolino pensionistico e arretrati vari? …altrimenti stiamo a parlare di ipotetiche vittorie ma solo per gli avvocati .
    Grazie Fernando

  5. Nel mio caso l’inps ha risposto che mi ha applicato l’art 54 (!!!!!), ma per una motivazione tutta loro che, qui spiegare sarebbe molto lunga, riparimetrano l’aliquota del 44% in questa maniera, 35% per i primi 15 anni e dal 16 in poi aspplica la differenza percentuale tra 44 e 35, 9 % : 5 moltiplicato per gli anni successivi al 15esimo, risposta di pochi giorni, per cui fate le vostre deduzioni. Purtroppo se avete letto l’intervista al presidente dell’inps comprenderete che loro non voglio ammettere l’errore, che utilizzano il caos di sentenze favorevoli e non, sia di ci ha piu di 15 anni e di chi ne ha meno al 31 dicembre 1995 per rimanere immobili.

  6. Ho da poco vinto il ricorso (Sent.117/2020 C.D.C. Sez. Giur. Sardegna). Arruolato 1980, congedo 2004, al 31.12.95 servizio utile 17 anni 3 mesi. Nella sentenza c’è di tutto: ricalcolo art. 54, legittimazione passiva Ministero Difesa (congedo prima del 01.01.2010), diritto agli arretrati limitatamente ai 5 anni precedenti la domanda di diffida al Ministero, legittimazione passiva INPS essendo un contradditore necessario. Il decreto corretto lo dovrà emettere il Ministero e L’INPS dovrà provvedere ai relativi conteggi dal congedo. Mi chiedo se avete notizie su colleghi che hanno già ottenuto gli arretrati a seguito delle sentenze.
    Saluti, Antonello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.