ART. 54 / LA SEZIONE GIURISDIZIONALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA CALABRIA DA RAGIONE AD UN CARABINIERE. CONDANNATA L’INPS

Roma, 19 giu 2020 – ENNESIMA SENTENZA POSITIVA AL PERSONALE  DELL’11.6.2020 NR. 150 – CORTE CONTI CALABRIA. BISOGNEREBBE DIRE AL PRESIDENTE DELL’INPS PASQUALE TRIDICO CHE TUTTI QUESTI SOLDI (SIAMO SUL MILIONE DI EURO ORMAI?) SPESI DALL’INPS PER IMPUGNARE LE ISTANZE RESPINTE VANNO A CARICO DEI CONTRIBUENTI CHE PAGANO LE TASSE. E NEL CONTEMPO FA PERDERE TEMPO AL PERSONALE CHE HA DIRITTO AL RICALCOLO DELLA PENSIONE IN BASE ALL’ART. 54. Forse nessuno informa il presidente dell’INPS? E se organizziamo un articolo a pagamento sui giornali nazionali? Con 10 euro a testa si potrebbe tentare anche questa pressione mediatica. 

Segue parte finale della sentenza nr. 150, di cui in oggetto – disponibile qui – >>>

P.Q.M.

La Corte dei conti, Sezione Giurisdizionale per la Calabria, in funzione di Giudice Unico delle Pensioni, definitivamente pronunciando accoglie il ricorso, come in motivazione.

Condanna l’INPS al pagamento delle spese di giudizio che vengono liquidate a favore della parte nella misura di € 1,000,00 (mille/00) oltre IVA, CPA e spese generali, con distrazione a favore del procuratore costituito ai sensi dell’art. 93 c.p.c.

Manda alla Segreteria per gli adempimenti conseguenti.

Così deciso nella camera di consiglio del 22 maggio 2020, tenuta ai sensi dell’art. 85, comma 5, del D.L. 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni nella L. 24 aprile 2020, n. 27.

Il Giudice

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 thoughts on “ART. 54 / LA SEZIONE GIURISDIZIONALE DELLA CORTE DEI CONTI DELLA CALABRIA DA RAGIONE AD UN CARABINIERE. CONDANNATA L’INPS”

  1. Cambia con la sentenza di secondo grado. Ci sono persone che hanno concluso il secondo grado e hanno la pensione aggiornata. purtroppo oggi se si vuole riconosciuto l’art. 54 bisogna affrontare due ricorsi. il primo alla corte dei conti della propria regione e poi siccome l’inps si appella, si va alla corte dei conti centrale di roma, formata da tre sezioni. E tutte e tre le sezioni si sono espresse in modo univoco riconsocendo definitivamente l’art. 54 al personale. Altre strade da intrapprendere non ce ne sono

  2. Sputtaniamolitutti. In televisione striscia la notizia, le iene, solo in questo modo in Italia si risolvono i problemi, martellandoli in TV, facciamo sapere a tutti come sperperano i soldi inutilmente all’INPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.