PIACENZA / CASERMA CARABINIERI POSTA SOTTO SEQUESTRO, INCHIESTA SENZA PRECEDENTI, SEI CARABINIERI ARRESTATI

Roma, 22 lug 2020 – (ANSA) Una caserma dei Carabinieri posta sotto sequestro e almeno sei militari arrestati, alcuni già in carcere altri agli arresti domiciliari. E’ un’inchiesta a tratti senza precedenti quella condotta dalla Procura della Repubblica di Piacenza e che ha portato all’emissione di diverse ordinanze di custodia cautelare per i militari di una caserma della Compagnia di Piacenza. I reati contestati andrebbero dallo spaccio, all’estorsione fino alla tortura. I dettagli saranno resi noti in una conferenza stampa convocata alle 12 di oggi (ANSA).

AGGIORNAMENTO

EVENTO OPERATIVO DI RILIEVO – Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria di Piacenza: esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 22 persone per reati contro la Pubblica Amministrazione e traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il Comandante Provinciale di Piacenza, Col. t. ISSMI Daniele Sanapo, ha comunicato che, nella mattinata odierna, nell’ambito dell’operazione denominata “ODYSSEUS”, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, militari del dipendente Nucleo di Polizia economico – finanziaria, in collaborazione con personale della Tenenza di Fiorenzuola d’Arda, stanno dando esecuzione, in Emilia Romagna ed in Lombardia, ad un’ordinanza di custodia cautelare personale e reale emessa nei confronti di 22 soggetti, tra i quali figurano 10 militari dell’Arma dei Carabinieri ed un militare del Corpo, ritenuti responsabili, a vario titolo, delle ipotesi di reato di peculato, abuso d’ufficio, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio, lesioni personali aggravate, arresto illegale, perquisizioni ed ispezioni personali arbitrarie, violenza privata aggravata, tortura, estorsione, truffa ai danni dello Stato, ricettazione, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività in parola trae origine da un’articolata indagine di polizia giudiziaria, delegata in materia di contrasto al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, che vede tra gli esponenti di spicco dell’organizzazione individuata un graduato dell’Arma dei Carabinieri, in servizio presso la Stazione Piacenza Levante, il quale, sfruttando il ruolo di appartenente alle forze di polizia, gestiva una fiorente attività di spaccio attraverso pusher di propria fiducia e agevolava i sodali nella compravendita di ingenti quantità di stupefacenti, garantendo loro appoggio e protezione in cambio di un tornaconto economico.

Nello specifico, la misura restrittiva in esame è stata disposta:

– in carcere, nei confronti di 12 soggetti, di cui 5 appartenenti all’Arma dei Carabinieri;

– ai domiciliari, nei confronti di 5 soggetti, di cui 1 dell’Arma (Comandante della Stazione);

– quale obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, per 3 militari appartenenti all’Arma e per 1 appartenente al Corpo;

– quale obbligo di dimora nella Provincia di Piacenza per un Ufficiale dell’Arma (Comandante della Compagnia di Piacenza).

Nel corso delle operazioni sopra descritte, sarà, altresì, eseguito il sequestro dell’intero stabile sede della richiamata Stazione dei Carabinieri nonché il sequestro preventivo di beni mobili, immobili e rapporti finanziari nella disponibilità del suddetto graduato dell’Arma.

L’Ufficiale Superiore ha inoltre reso noto che nella tarda mattinata odierna è prevista una conferenza stampa presso il locale Ufficio giudiziario, presieduta dal Procuratore della Repubblica, dott.ssa Grazia Pradella.


 

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.