TASER NON SICURO? PER ORA SOSPENSIONE DA PARTE DEL MINISTERO – SERVONO TUTELE PER GLI OPERATORI DI POLIZIA

Roma, 27 lug 2020 – Sembra che il ministero dell’Interno avrebbe sospeso l’impiego delle pistole a impulsi elettrici per criticità riscontrate nelle prove di sperimentazione.

 La notizia sta suscitando un acceso dibattito tra i lavoratori di polizia e gli esperti. L’adozione delle pistole a impulsi elettrici – Taser è un marchio registrato – non è mai stata lineare. Le ragioni di chi è a favore e chi contro sono note.

Si tratta di uno strumento che, al di là della sua efficacia, porta con sé conseguenze e dati che fanno impressione e che richiede un uso oculato non sempre adeguato al contesto e non opportuno per ogni situazione che si trovano ad affrontare gli operatori della sicurezza. Spesso dannoso anche per l’utilizzatore, sotto ogni profilo, anche della responsabilità giuridica.

TASER NON SICURO? 

Il Taser non dà abbastanza garanzie di sicurezza (sembra che in uno o duie casi il dardo si sia staccato dal cavo con cui viene lanciato) ed è stato quindi ritirato ad agenti, carabinieri e finanzieri. Alla gara si era presentata solo una azienda, la Axon. Un taser costa intorno ai 1.500 euro.

Dal 2018, erano stati distribuiti i compioni alla forze dell’ordine di Milano, Torino, Firenze, Napoli, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Brindisi, Genova, Bologna. In caso di sperimentazione positiva, sarebbero arrivate 1.600 alla polizia, 2.626 all’Arma, 256 alla Finanza. Totale dell’appalto: oltre 8milioni e mezzo.

IL PARERE DEL SEGRETARIO DEL SAP

Si sospetta che dietro la bocciatura ci sia una manovra politica contro il decreto sicurezza di Matteo Salvini: «L’attuale maggioranza di governo ha mostrato scetticismo e ci auspichiamo che questo scetticismo non rallenti l’acquisto e la distribuzione dei taser. Nel collaudo con colpi a vuoto, in alcuni casi il dardo si è staccato dal cavo attraverso il quale passa l’impulso elettrico», dice il segretario del Sap, Stefano Paoloni. Una statistica interna dimostra che in 14 casi su 15 in cui il taser è stato soltanto mostrato, la persona si è arresa alla polizia senza reagire».

Cerca nel sito

Resta in contatto con noi. Ricevi le news del sito sul tuo smartphone in tempo reale. Scarica da Play Store l'app TELEGRAM, cerca il canale "Forzearmateeu" e unisciti. Siamo oltre 5.000 - Unisciti ai nostri Gruppi/Chat su TELEGRAM, cerca "Militari e Forze di Polizia" e "Graduati Forze Armate" - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.