EMERGENZA CORONAVIRUS / IL GOVERNO NON DIMENTICA CHI INDOSSA LA DIVISA ED IMPEGNATO CON L’EMERGENZA SANITARIA IN ATTO / Misure per la funzionalità delle Forze di polizia, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e delle Forze armate

Roma, 1 dic 2020 – NORMA DISPONIBILE A PAG. 9 DELLA G.U. NR. 297 DEL 30/11/2020 – ART. 20, COMMA TRE DEL DECRETO-LEGGE 30 novembre 2020, n. 157. Ecco cosa prevede: A decorrere dal 31 ottobre 2020 e fino al 31 gennaio 2021, per consentire il pagamento delle competenze per lavoro straordinario e del compenso forfetario di impiego al personale militare medico, paramedico, di supporto e a quello costantemente impiegato nelle sale operative delle Forze armate, indispensabile ad assicurare lo svolgimento delle molteplici attivita’ aggiuntive necessarie a contrastare l’eccezionale diffusione del COVID-19 sull’intero territorio nazionale, e’ autorizzata la spesa complessiva di euro 6.507.485, di cui euro 4.338.323 per l’anno 2020 ed euro 2.169.162 per l’anno 2021.

I compensi accessori di cui al presente comma possono essere corrisposti anche in deroga ai limiti individuali di cui all’articolo 10, comma 3, della legge 8 agosto 1990, n. 231 e a quelli stabiliti dall’articolo 9, comma 3, del decreto del Presidente della Repubblica 11 settembre 2007, n. 171.

Di seguito la pagina con l’articolo che riguarda la Polizia, Vigili del Fuoco e Forze Armate impegnati nell’emergenza CORONAVIRUS.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.