DPCM SUGLI SPOSTAMENTI DI NATALE E CAPODANNO. MILITARI PENALIZZATI?

Roma, 2 dic 2020 – SI VA VERSO IL BLOCCO TOTALE DEI MOVIMENTI DELLE PERSONE DURANTE LE PROSSIME FESTIVITÀ.’ Nessun militare si potrà muovere (al di fuori del servizio) dal proprio comune e regione? Il contributo dato anche dal personale in divisa e’ stato notevole e meriterebbe rispetto.

Un rispetto che si potrebbe concretizzare con una autorizzazione per raggiungere i propri genitori lontani. Storicamente il personale militare presta servizio quasi sempre lontano dai luoghi di origine. Nel rispetto sempre delle norme sanitarie non sarebbe grave concedere a questo personale la possibilità di raggiungere la propria famiglia di origine.

COSA NE PENSA IL MINISTRO DELLA DIFESA E IL CAPO DI STATO MAGGIORE? Se si condivide questa necessità sarebbe bello un loro interessamento affinché si possa autorizzare la famiglia del militare a recarsi dai propri genitori.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

15 thoughts on “DPCM SUGLI SPOSTAMENTI DI NATALE E CAPODANNO. MILITARI PENALIZZATI?”

  1. Per emergenza COVID e’ prevista la licenza straordinaria non computabile per prevenzione COVID, quindi il militare si puo’ spostare in tutta Italia per raggiungere eventuali genitori, o congiunti con regolare LICENZA, La normativa dell’Esercito attuale lo prevede.
    Aggiornatevi, specialmente la redazione.

  2. Attualmente siamo tutti in presenza o smart working. nessuno ti firmera’ una licenza da milano a roma nelle date in cui esiste un DPCM che non ti permette di spostarti.

  3. Vi posso dare conferma, e’ successo due settimane fa. Se con il nuovo dpcm verra’ abolito, non lo sappiamo, ma cmq alla data odierna lo SME ancora permette questo tipo di licenza straordinaria.
    Leggetevi la normativa dello SME collegata all’ultimo DPCM, che ora purtroppo non ho sottomano.

  4. In particolare, in virtù di quanto sancito dall’art. 4, comma 2 del citato decreto,
    il militare:
     che non si trovi comunque nella condizione di malattia certificata, svolge la prestazione
    lavorativa in modalità agile, per quelle attività individuate dal Comandante/Responsabile
    dell’Ente/Reparto;
     nel caso ciò non sia possibile, il militare è collocato in licenza straordinaria non
    computabile nel limite previsto, ai sensi dell’art. 87, comma 7 del DL 18/2020, convertito
    con modificazioni dalla Legge 27/2020, come disciplinato dalla circolare a seguito a.,
    paragrafo 3., sottoparagrafo f., punto (1) e dalla circolare a seguito g., paragrafo 3..

  5. I militari in quanto tali, cosi come le forze dell’ordine, si possono spostare SEMPRE se ci sono motivi di servizio che necessitano della presenza sul luogo di lavoro. E’ una delle ragioni che consente SEMPRE gli spostamenti in tutti i decreti emessi nel 2020. Aggiornatevi.

  6. Ricordatevi che comunque la LICENZA oltre a essere una concessione e’ anche UN ORDINE di assentarsi dal luogo di servizio per recarsi in altro luogo, che non necessariamente e’ quello di residenza o domicilio. Essendo un ORDINE anche di trasferimento quindi e’ cmq servizio. Quindi il militare e’ sempre AUTORIZZATO a spostarsi ovunque per raggiungere il luogo dove trascorrere la LICENZA. E’ un lasciapassare per la figura del MILITARE che cmq e’ penalizzato da ONERI e ONORI ripetto al semplice cittadino e quindi deroga qualsiasi disposizione generale.

  7. Si parla di spostarsi al di fuori delle esigenze di servizio. feri ecc. Anche tu dovrai stare a casa tua a natale e fino alla befana. Puoi andare solo al lavoro.

  8. La licenza ti permette di spostarti e raggiungere la localita di destinazione e ritornare alla localita’ di provenienza (reparto).
    La licenza e’ cmq un lasciapassare, una licenza di spostarti e assentarti.
    In particolare con la licenza straordinaria prevista dalla normativa COVID (gia’ citata) anche recente se non addirittura con la licenza ORDINARIA se hai domicilio o residenza anche fuori regione, percui dal Reparto parti con la LETTERA DI LICENZA e vai alla tua destinazione. sei coperto dal fatto che sei MILITARE.

  9. In tutto ciò, non essendoci una chiara regolamentazione o chiarimenti da parte dei rispettivi Comandi generali, ogni Comandante distaccato, a mio avviso, può valutare come vuole un eventuale concessione di licenza al suo personale per il prossimo periodo natalizio. In passato, per altri motivi, si sono verificate questioni contrastante di competenza fra provvedimenti governativi e regionali che hanno messo in difficoltà nelle applicarle da parte delle forze dell’ordine. Oggi, in Italia comandano tutti e nessuno.

  10. E’ come dice NESSUNO, Ogni Comandante interpreta la norma della licenza straordinaria (in particolare prevista per questo COVID) o addirittura per licenza ORDINARIA. La LICENZA e’ un ORDINE lecito di raggiungere una Localita’ anche se non per servizio, ma cmq il militare in LICENZA e’ cmq in servizio e viene pagato come lo fosse. Quindi non confondete le norme per i normali cittadini con quelle per i MILITARI o Forze dell’ordine in genere. I MILITI POSSONO gli altri SEGNANO IL PASSO.

  11. Non credo che i comandanti possano firmare licenze per uscire dal proprio comune, e spostarsi in altre regioni, nel rispetto del DPCM.

  12. La licenza era da regione rossa a regione Gialla/arancione? oppure da regione gialla/arancione a regione rossa? Oppure da regione gialla a regione gialla?

  13. ma quale licenza covid, quella è prevista se si sta male, ma non per spostarsi in tutta italia, c’è un poco di confusione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.