SIULM AERONAUTICA MILITARE : INCARICHI BEFFA PER I SOTTUFFICIALI, RESPONSABILITA’ SENZA INDENNITA’.

Roma, 2 dic 2020 – In periodo di rinnovo contratto il SIULM Aeronautica evidenzia che Il filone del risparmio nella Difesa colpisce sempre gli stessi. Nel 2016 vi fu una corposa riduzione degli incarichi destinatari dell’indennità di comando, si ebbe anche il recupero forzoso e retroattivo dei ratei mensili nei confronti del personale già investito di responsabilità, ma che avevano alle loro dipendenze meno di due militari anche se poi magari c’erano diversi dipendenti civili, altro caso riguardò tutti coloro che nella nomenclatura dell’ incarico non avevano le paroline magiche “Capo Nucleo”.

L’indennità di Comando disposta dall’art. 10 della Legge 23 marzo 1983, n. 78 fu concepita per compensare il maggior impegno e più gravosi compiti connessi alle responsabilità dei militari preposti ad attività di comando.

Questa metodologia della riduzione a tutti i costi ha penalizzato ancora una volta i sottufficiali che posti a capo di articolazioni per le diverse ragioni su declinate non percepiscono l’indennità di comando.

Il SIULM nella sua componente dell’Aeronautica Militare chiede che tutti i militari posti a capo di un’articolazione, nucleo, sala o quant’altro siano destinatari della suddetta indennità e che se per ragioni di determinazioni di superiori autorità tale provvedimento non è immediatamente applicabile, si proceda subito alla modifica delle tabelle organiche della Forza Armata ed eventualmente si accorpino nuclei, sale o altro in modo che chiunque si trovi ad essere caricato di responsabilità penali, amministrative e da preposto sia percettore dell’indennità.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.