AUMENTI STIPENDIALI PER GLI STATALI: si parla di un aumento di circa il 4 per cento

Roma, 6 dic 2020 – CONTRO AD UN SOSTANZIOSO AUMENTO CI SONO I POTERI FORTI, TRA I QUALI CONFINDUSTRIA. Il Governo è preoccupato per il prossimo sciopero generale della Pubblica Amministrazione, organizzato in tutta Italia per mercoledi’ 9 dicembre, in occasione anche di importanti decisioni europee del nostro Governo.

La situazione sul rinnovo del contratto. Secondo il Ministro della Funzione Pubblica, se andrà in porto il nuovo meccanismo proposto, una percentuale più alta andrà ai redditi più bassi e una più bassa per i redditi alti. Nel 2021 entriamo nel terzo anno di scadenza del contratto (triennio 2019/21) e si spera che entro la primavera sia firmata la legge per il rinnovo. un rinnovo, che si spera, porti degli aumenti adeguati in busta paga del personale in divisa.

Segue parte articolo uscito su IlGiornale.it di oggi. Come riporta Il Messaggero, in una lettera aperta il membro del governo ha lanciato la proposta sugli aumenti così da rendere strutturale l’elemento perequativo introdotto dall’ultimo contratto firmato dal pubblico impiego, quello del 2016-2018. Si tratta di un bonus, voluto all’epoca da Matteo Renzi, di 20 euro mensili circa destinato ai redditi più bassi.

Se attuata, questa proposta non influirebbe sulle risorse stanziante, circa 3,75 miliardi di euro, ma avrebbe effetti sulla distribuzione degli aumenti. Il governo aveva indicato che l’incremento in busta paga per tutti gli statali fosse del 4% circa. Se andrà in porto il nuovo meccanismo una percentuale più alta andrà ai redditi più bassi e una più bassa per i redditi alti.

Problema risolto, quindi? Non proprio. Perché sulla questione degli aumenti agli statali si registra una spaccatura tra le varie organizzazioni.

Il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, ha affermato che gli statali “sono forse quelli che hanno sofferto di meno”.

Di diverso avviso Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl. “La soluzione si può assolutamente trovare e sarebbe benvenuta: basta che il governo non faccia più finta di niente, convochi i sindacati e metta sul tavolo le disponibilità che sono necessarie”, ha spiegato la sindacalista. L’articolo completo lo trovi su IlGiornale.it  >>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.