PIACENZA CARABINIERI INFEDELI – IL SINDACATO NSC SI COSTITUISCE PARTE CIVILE AL PROCESSO CHE VEDE COINVOLTI I CARABINIERI PER I REATI COMMESSI CHE HANNO INFANGATO L’ARMA

Roma, 12 dic 2020 – Il Nuovo sindacato carabinieri (Nsc) ha presentato la costituzione di parte civile in vista dell’udienze del 14 e del 17 dicembre a Piacenza dove sono imputate 16 persone tra cui carabinieri della stazione Levante, sequestrata a luglio per i gravi reati commessi dai militari, a vario titolo accusati tra l’altro di tortura, spaccio, abuso d’ufficio.

La costituzione è firmata da Massimiliano Zetti, segretario generale Nsc, rappresentato dall’avvocato Maria Grazia Russo del foro di Ravenna.

L’atto formalizza la richiesta di risarcimento a carico di tutti gli imputati, militari e non, “quale conseguenza dei fatti di reato a loro attribuiti, la cui gravità va ben al di là della formale imputazione”.

Per Nsc l’indagine ‘Odysseus’ ha restituito una “realtà agghiacciante” con la creazione di un “vero e proprio gruppo criminale operante direttamente all’interno dell’Arma”. I reati contestati evidenziano come i carabinieri “abbiano infangato l’impegno e il valore di tutti gli appartenenti all’Arma che invece quotidianamente onorano la divisa che indossano”. La risonanza nazionale dei fatti, inoltre, “amplifica il danno all’immagine”.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.