Ferimento di un finanziere in Val di Susa. Comunicato stampa del Si.Na.Fi.

Roma, 17 dic 2020 – Il Sindacato Nazionale Finanzieri manifesta il proprio forte dissenso per ogni forma di violenza, nella ferma convinzione che la libertà di pensiero possa e debba essere tutelata ed esercitata, senza che essa degeneri in azioni aggressive, specie se attuata nei confronti di rappresentanti delle Forze dell’ordine, chiamati a preservare la pacifica convivenza e lo stato di diritto.

Evidentemente, ciò non è stato possibile in un teatro di guerriglia, l’ennesimo, accaduto in Val di Susa, dove un gruppo di estremisti “No Tav”, incappucciati, ha imperversato in azioni illegali e attacchi alle Forze di polizia.

Il nostro pensiero va ai feriti e, in particolare, al finanziere appartenente ai baschi verdi rimasto ferito dalla furia incontrollata dei manifestanti.

Non entriamo nel merito delle motivazioni ideologiche poste alla base del dissenso dei manifestanti, ma, quali che esse siano, saremo sempre e comunque dalla parte di tutte le Forze dell’ordine – ancorché il nostro sia un Sindacato che seppur rappresenta i Finanzieri, guarda anche alle esigenze di tutte le categorie – e soprattutto di chi voglia manifestare legittimamente e pacificamente il proprio pensiero. Il comunicato stampa completo continua qui >>>

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.