Manovra, passa alla Camera l’emendamento Costa: spese legali rimborsate se si viene assolti in via definitiva da un  processo penale

Roma, 21 dic 2020 – DI SOLITO IL CITTADINO, ANCHE SE ASSOLTO, SOCCOMBE E SI PAGA LE SPESE PENALI. Una nuova norma che riconosce un diritto a chi viene assolto con formula piena. Stato che perde paga. Principio semplice che adesso entra anche nel processo penale. Con tanto di posta in bilancio di 8 milioni di euro all’anno, per un rimborso che però non potrà superare i 10.500 euro. Ma vale il principio che, fino a oggi, era previsto solo per i riti civile e amministrativo. La proposta appena passata in commissione alla Camera nella maratona del Bilancio è del deputato di Azione Enrico Costa, ma il governo, con il Guardasigilli Alfonso Bonafede, l’ha fatta sua con qualche modifica minima all’emendamento originario. Che era sottoscritto anche da Lucia Annibali di Italia viva e Maurizio Lupi di Noi per l’Italia, a cui si è aggiunta in aula Giusy Bartolozzi di Forza Italia. Alla fine l’emendamento è passato col voto di tutti. Se ti interessa l’argomento, l’articolo continua su repubblica.it, clicca qui >>> 

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.