Vaccinazione anti covid. Obbligatoria per Forze armate e Forze di polizia?

Roma, 22 dic 2020 – L’Editoriale di Fabio Perrotta – SINDACATO AUTONOMO FINANZIERI. Questa Organizzazione Sindacale ha ricevuto moniti di preoccupazione da parte di numerosi iscritti, in relazione alla lettera inviata a firma dell’ On. Sara Cunial, che circola da diversi giorni nei social, concernente la vaccinazione anti covid. (leggi qui)

Nella missiva, diretta alle Forze Armate e alle Forze dell’ordine, è preannunciata la somministrazione massiva del cosiddetto vaccino anti-covid al personale del comparto difesa sicurezza in via sperimentale.

Sia ben chiaro che non è nostra intenzione schierarci a favore o contro la campagna di vaccinazione di cui si argomenta, non avendo alcuna competenza medico scientifica in materia.

Riteniamo che l’adesione alla campagna di vaccinazione COVID-19, sia una scelta di natura soggettiva, determinata dalla singola percezione e valutazione di coscienza.

Ciò che si vuole chiarire è se possa prefigurarsi o meno un obbligo vaccinale per le Forze Armate e di Polizia e, ancor prima, per le categorie precipuamente interessate dalla vaccinazione.

Allo stato attuale, stando alle dichiarazioni del ministro della Salute Roberto Speranza non sussisterebbe alcuna obbligatorietà alla vaccinazione COVID-19.

Quali siano i soggetti che saranno interessati inizialmente è indicato nel Piano elaborato dal Governo.

Le linee guida del Piano per vaccinazione anti Covid elaborato da Governo Iss, Aifa ed Agenas.

Il Ministero della Salute ha presentato il Piano strategico “Elementi di preparazione della strategia vaccinale” (Preleva qui)

Al fine di sfruttare l’effetto protettivo diretto dei vaccini, sono state identificate le seguenti categorie da vaccinare in via prioritaria nelle fasi iniziali:

  • Operatori sanitari e sociosanitari.
  • Residenti e personale dei presidi residenziali per anziani.
  • Persone di età avanzata.

Il Piano prevede, con l’aumento delle dosi di vaccino,  che si inizierà a sottoporre a vaccinazione le altre categorie di popolazioni, fra le quali quelle appartenenti ai servizi essenziali. L’editoriale di Fabio Perrotta continua qui >>>

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.