Clamorosa vittoria del SINAFI a tutela dei finanzieri. Annullato dal CDS il diniego al trasferimento di un finanziere, emesso dall’Amministrazione e confermato dal TAR

Roma, 23 dic 2020 – Il caso in esame riguarda uno dei tanti dinieghi che le Amministrazioni militari e di polizia quotidianamente emanano nei confronti del personale con figli minori di tre anni, che chiede di essere assegnato nella provincia o regione ove presta l’attività lavorativa il proprio coniuge.

Il SINAFI, nel solco delle battaglie intraprese da alcuni suoi soci fondatori nelle aule parlamentari e politiche, ormai da decenni, ha continuato la battaglia nelle aule giudiziarie per poter garantire ai finanzieri di poter fruire di questa norma di civiltà, approvata dal legislatore per salvaguardare il diritto alla genitorialità e, quindi, contrastare le ripetute e pressanti azioni delle Amministrazioni del comparto che ciclicamente tentano di attenuarne l’applicazione.

Grazie ad uno degli studi legali convenzionati con il SINAFI, Avv. Enrico Tedeschi, il Consiglio di Stato – Sezione 4, ha recentemente annullato il diniego al trasferimento di un collega iscritto al SINAFI, papà di una bambina al di sotto dei tre anni, emanato dall’Amministrazione, nonché la collegata sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale che lo aveva confermato, che mirava ad essere assegnato nella provincia ove presta attività lavorativa il coniuge. Le ragioni del diniego, adire dell’Amministrazione, trovavano le sue ragioni nella particolare mansione ricoperta e nella carenza di organico del Reparto. Il CDS ha peraltro condannato alle spese di giudizio l’Amministrazione, da liquidarsi a favore del nostro iscritto.

L’istituto, in esame, previsto dall’art. 42 bis del D.lgs 151/2009, si applica a tutti i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni ma per il comparto difesa e sicurezza é stato per alcuni versi mitigato ed applicato solo come mobilità interna tra un comando e l’altro e non anche come mobilità tra le diverse pubbliche Amministrazioni. L’articolo continua qui >>>

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.