02 Ago, 2021

VACCINI COVID-19 OBBLIGATORI PER TUTTI GLI STATALI? Lite tra ministri, tra chi vuole vaccinarci tutti e chi invece vuole lasciare una libera scelta di farlo. PENSO CHE SUL VACCINO CI SARANNO FORTI TENSIONI ANCHE TRA I CITTADINI “RESISTENTI” ALL’OBBLIGATORIETA’

Roma, 28 dic 2020 – VACCINI OBBLIGATORI OPPURE NO? Se devono essere obbligatori per gli statali, credo che sia giusto che si vaccinano tutti gli Italiani. Perche’ solo gli statali? Una bella domanda con la quale gia’ molti stanno rispondendo cosi: il dipendente che non si vaccina si auto-licenzia da solo dal lavoro. Poi, c’e’ chi gia’ mette le mani avanti dicendo che per salire sugli aerei bisognera’ essere vaccinati, come anche per dormire negli alberghi, e altre cose del genere. Quindi una sorta di patentino, un lasciapassare. Quindi anche se vaccinarsi rimane una libera scelta dell’individuo, ci saranno sicuramente degli sbarramenti che alla fine della fine, porteranno a vaccinarsi quasi tutti. E se vogliamo aiutare a sconfiggere questa pandemia bisogna pur vaccinarci tutti. Non mi sembra che ci siano altre alternative o strade da percorrere.

INTANTO I MINISTRI LITIGANO DI BRUTTO. La Ministra Fabiana DADONE della Funzione Pubblica non vuole che sia obbligatorio per gli statali. Invece altri ministri si. Magari fra tutti gli statali ci sara’ anche un discorso a parte e piu’ “duro” per chi indossa la divisa? E soprattutto per chi ha lo status di militare?

Ma vediamo ora cosa succede nei piani alti dei Ministeri, raccontato dal giornale laRepubblica.it.

Vaccini, scontro nel governo. La ministra Dadone replica a Zampa: “No all’obbligo per dipendenti pubblici”. La titolare del dicastero della Pubblica amministrazione risponde alla sottosegretaria alla Salute che questa mattina ha dichiarato: “Bisogna imporlo a chi lavora nella Pa”.

Scontro nel governo sui vaccini anti-Covid. All’indomani del Vax-day dell’Unione europea che punta a sconfiggere la pandemia del coronavirus, tra i ministri del premier Giuseppe Conte scoppia la polemica.

“Non sono favorevole ai vaccini obbligatori per i dipendenti pubblici”, attacca la ministra cinquestelle della Pa, Fabiana Dadone, replicando così alla sottosegretaria dem alla Salute, Sandra Zampa.

Proprio Zampa, infatti, questa mattina intervenendo alla trasmissione Agorà su Rai3 ha dichiarato: “Credo che l’obbligatorietà del vaccino debba essere una pre-condizione per chi lavora nel pubblico”. La sottosegretaria ha poi aggiunto: “Se ci dovessimo rendere conto che evidentemente c’è un rifiuto che non si riesce a superare, penso che nel pubblico non si possa lavorare”. Insomma per Zampa chi non accetterà la somministrazione del vaccino dovrebbe essere licenziato dalla pubblica amministrazione. L’articolo completo continua qui >>>

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.