La nomina di Teo Luzi a comandante generale dell’Arma dei Carabinieri non è gradita alle mafie e alla ‘Ndrangheta

Roma, 18 gen 2021 – La nomina di Teo Luzi a comandante generale dell’Arma dei Carabinieri non farà piacere alle mafie e alla ‘Ndrangheta.

È un carabiniere assurto al livello più alto e più prestigioso, ma vanta una formidabile formazione sul campo, di contrasto territoriale dei clan; lotta che ha portato avanti a Milano come a Palermo.

Raccoglie un’eredità importante, quella del generale Giovanni Nistri, e sono sicuro saprà guidare l’Arma con estrema autorevolezza.

Un’istituzione, ricordiamolo sempre, che presiede assieme alla Polizia di Stato tutti i nostri territori, anche quelli dimenticati spesso dalla politica e da chi dovrebbe ricordarsene ma non sempre lo fa. Lo ha dichiarato il giornalista Klaus Davi.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “La nomina di Teo Luzi a comandante generale dell’Arma dei Carabinieri non è gradita alle mafie e alla ‘Ndrangheta”

  1. Mi permetto di fare uno spunto di riflessione su questo articolo di stampa che ha più di ” pubblicità progresso ” che non sostanza. Viene da domandarsi quale comandante Generale dell’ Arma dei Carabinieri sia mai stato gradito alle mafie italiane. Vorrebbe dire che in passato la malavita ha potuto esternare un suo gradimento o no in forma ufficiale???? Ricordo ai non addetti ai lavori che in un ruolo dirigenziale così alto non è possibile fare differenze investigative così accentuate ma solo ottimizzare al meglio risorse logistiche ed impiego del personale. La peculiarità della lotta alle mafie sta neil politiche investigative singoli procuratori della Repubblica e nei Prefetti di zona, anche perché ricordo che dal grado di Generale si perdono le qualifiche di ufficiale di Polizia giudiziaria e di ufficiale di Pubblica Sicurezza. Senza nulla togliere alla sicura validità professionale del nuovo Comandante Generale dell’ Arma dei Carabinieri a cui facciamo tutti i nostri più sinceri auguri di buon lavoro, mi chiedo , in una mera riflessione personale, quale sia la fonte giornalistica che ha dato vita a questa riflessione del tutto inappropriata a mio modestissimo parere. In bocca al Lupo sig. Comandate Generale!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.