PIU ‘ DI DUE ANNI SENZA CONTRATTO per le Donne e gli Uomini che indossano una divisa. A chi dobbiamo ringraziare?

ORMAI SONO PIU’ DI DUE ANNI CHE SIAMO  SENZA CONTRATTO, E SONO TANTI! UN CONTRATTO ORMAI SCADUTO DA OLTRE DUE ANNI: IL 31.12.2018. Un Parlamento “spaccato” su tutto e senza una maggioranza politica. Un Governo, per ora, in fase di licenziamento. Sembra che arrivi il Prof. DRAGHI. Vedremo se trova una maggioranza in parlamento capace di sostenerlo; ma ha bisogno dei voti della destra, della sinistra e del centro; tutti insieme per il solito bene del Paese. Ce la faranno? Prevista sicuramente la rotazione dei Ministri. Quindi e’ plausibile che in tre anni avremo un terzo Ministro della Difesa e nuovo Ministro della Funzione Pubblica.

QUALE FUTURO E QUALE SPERANZE PER IL PERSONALE CHE INDOSSA UNA DIVISA?

Chiedere oggi di fare preso per rinnovare il contratto di lavoro triennio 2019/21 puo’ sembrare fuori luogo, visti tutti i problemi che stanno vivendo gli Italiani, noi compresi, ma il personale attende comunque delle risposte. SE CI SIETE, O CHI CI SARA’ POI,  BATTETE UN COLPO!

Se sei arrivato fin qui, anche tu potresti lasciare un tuo pensiero sull’argomento “RINNOVO CONTRATTO SCADUTO” scrivendolo nel box qui sotto!!! Cliccando poi su “invia commento”.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

10 thoughts on “PIU ‘ DI DUE ANNI SENZA CONTRATTO per le Donne e gli Uomini che indossano una divisa. A chi dobbiamo ringraziare?”

  1. Credo che ci siano responsabilità dall’alto poiché nessuno si interessa del proprio personale e anche da chi dovrebbe rappresentarlo lo fa più delle volte in maniera sterile, Poi bisogna far cambiare le regole di contratto e abolire la “vacanza contrattuale” in modo tale da far ripartire gli aumenti contrattuali subito dopo appena scaduti e andando a definirli almeno un anno prima della loro scadenza naturale, solo così si possono evitare fregatura e perdite di denaro , o finire con vistose perdite di tempo in queste opprimenti situazioni che il personale non merita.

  2. Ricordatevi di quando tra un pochino a causa di questa pandemia il popolo si scatenerà e dovremmo difendere questa classe politica……Ricordatevi di come ci trattano……..pane al pane e vino al vino…..

  3. BUONGIORNO A TUTTI, QUESTO E’ IL MOMENTO PEGGGIORE , MA BISOGNA RICHIEDERE DI CHIUDERE AL PIU’ PRESTO IL CONTRATTO IN ESSERE 2019/2021 PRIMA CHE IL GOVERNO CADA , ABBIAMO APSETTATO 11 ANNI DAL 2010 SENZA RICEVERE NULLA FACENDO RISPARMIARE BEN 64 MILIARDI DI EURO ALLO STATO, ABBIAMO PERSO SEMPRE LE RETROATTIVITTA’ ANNUALI SUI CONTRATTI , ADESSO CI VUOLE UNO SFORZO ED I SINDACATI DI TUTTE LE CATEGORIE DELLE FORZE ARMATE E DI POLIZIA DEVONO FARSI SENTIRE, NON E’ POSSIBILE CHE L’ITALIA RIMANGA SEMPRE ULTIMA NEL MONDO PER QUELLA CHE RIGUARDA L’ATTENZIONE DLLA POLITICA SULLA SICUREZZA.
    SPERO CHE QUALCHE SINDACATO SI FACCIA AVANTI IN MANIERA CONCRETA E NON CON SPOT E MESSAGGI SULLE VARIE BACHECHE SINDACALI. GRAZIE.

  4. La cosa che mi fa’ più “incassare” è che hanno fatto il DCPM 2020 per il personale non contrattualizzato con un incremento dell’1,7 % compresa anche l’operativa, quando a noi che prendiamo circa la metà di stipendio, siamo fermi al 1995!!!

  5. Buongiorno, come al solito esercito, forze di polizia e vigili del fuoco, sono sempre trattati come stracci.
    Quando conviene:
    – Sono militari e quando non conviene sono dipendenti pubblici;
    – Si guarda all’Europa e non agli stipendi delle altre FFPP;
    – Si sono sperperati centinaia di milioni di euro per “aria fritta” poi non ci sono soldi;
    – Si spendono miliardi in armamenti ecc. lì i soldi ci sono;
    – Il contratto ampiamente scaduto prima della pandemia;
    – Tagli già avvenuti, per anni di servizio, contribuzione, liquidazione ecc…e si continua a tagliare;
    – Meglio non arruolarsi magari ripiegare su polizia locale ecc che hanno più benefici;
    – Se si stipula un contratto trent’anni prima non si cambia;
    – Se stipulo un contratto con chicchessia devo rispettarlo o no?
    – Stipendi “totali” tra la base ed i vertici non inferiore al triplo, esempio stipendio base mille, stipendio vertice massimo tremila,……. così salgono anche quelli della base…tranquilli.
    Solite vergogne italiane……peccato potremmo essere un grande Paese.

  6. Non é bello vedere un contratto che viene rinnovato alla fine del 3° anno e in prossimità della scadenza di un altro contratto (2022-2024). Cosi non va bene. Ormai é consuetudine per loro elargire le famosi 60/100 € (ovviamente al lordo), senza arretrati dal mese di gennaio 2019 ma bensì dal mese di gennaio 2021 e mandare gli altri due anni in “fumo” o al massimo una tantum tra i 300 e le 500 euro. Se questo non é una presa per i fondelli che cos’é. E’ uno abuso che fa solo danni al personale in divisa da decenni. Il contratto va stipulato prima e non dopo 3 anni dalla sua scadenza.

  7. Dirigrnti politici che ripetono in ogni luogo soprattutto in campagna elettorale quanto sono bravi i poliziotti, cc, gdf ecc….peccato che il contenuto di tali parole svanisce nei rinnovi contrattuali. Vorrei ricordare ai lor signori che alla cassa dei supermercati “la stima” che professate per noi non è contabilizzata. La cassiera non sa che farsene dei complimenti, “vuole i soldini”. La scuola, le tasse, le utenze non si pagano con la stima. Debito pubblico al 120% la capacità di uno stato la vedo in questo, il resto sono chiacchiere.
    Saluti

  8. Le poltrone vanno tutelate e ora non c’é tempo per pensare a questi miserevoli contratti e loro sanno benissimo che in dieci anni e più, é stato elargito uno solo dei contratti su tre previsti, quindi, per te che aspetti aspetterai sempre per ricevere l’elemosina, per loro non fa una grinza 10 o 20 anni che aspetti inutilmente, vengono prima i loro interessi che non possono aspettare, le poltrone sono poltrone e non contratti e dei problemi del popolo non c’é mai l’urgenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.