In Italia, fare il poliziotto non è un mestiere, ma un martirio

Roma, 23 gen 2021 – La situazione attuale: Attrezzature scadenti e spesso difettose. Agenti che devono camminare con gli stessi anfibi per anni, oppure comprarli per conto loro. Cinturoni che cadono a pezzi col forte rischio di perdere la pistola per strada. Volanti che hanno problemi meccanici.

Per tacere della cronica mancanza di personale.

In più i nostri agenti hanno delle regole di ingaggio nebulose e che favoriscono i criminali. Praticamente, ad oggi, l’unico modo in cui possono arrestare un criminale è dicendogli: scusa, posso arrestarti? E se il criminale scappa… mica possono inseguirlo e prenderlo con la forza. No, povero cucciolo, non si può usare le brutte maniere.

Poi bisogna anche ringraziare la depenalizzazione dei reati cosiddetti “minori” avvenuta sotto il Governo Renzi e una giustizia che il mattino dopo scarcera tutti gli arrestati…..

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.