Necessità di un terzo CORRETTIVO AL RIORDINO dei gradi e carriere del 2017. Il Sindacato di Polizia scrive una lettera al Capo della Polizia. Una rincorsa ad una equa riordinazione che nasce dal 1995. Dal primo riordino storico delle carriere.

Roma, 24 gen 2021 – ERRORI SU ERRORI. SPEREQUAZIONI SU SPEREQUAZIONI. E a rimetterci e’ sempre il personale che lavora, ovviamente. UN NUOVO RIORDINO DEI GRADI QUINDI, PERCHE’ NO? Male che va porta qualche beneficio a tutti i gradi e a tutte le categorie.

Questa e’ la richiesta del Sindacato FSP-POLIZIA DI STATO. Noi delle Forze Armate non abbiamo nulla da chiedere? Siamo tutti contenti? Forse e’ il caso di riaprire la situazione anche per noi militari.

Oggetto: necessità di un terzo correttivo al riordino del 2017. – inadeguati riconoscimenti per alcuni ruoli e disallineamenti tra Forze di polizia.

Signor Capo della Polizia, di seguito ai numerosi interventi sull’argomento, effettuati a partire dai lavori preparatori che hanno portato all’emanazione del decreto legislativo 95/2017, riteniamo utile ribadire coerentemente alcuni tra i principali concetti che abbiamo già espresso tempestivamente, cioè prima che il riordino ed i correttivi venissero approvati, anziché acclamarli con toni trionfalistici quando uscivano, per poi contestarli – troppo tardi – solo dopo le giuste proteste dei colleghi.

Nonostante alcuni e parziali miglioramenti non c’è stato né il necessario riconoscimento per tutte le professionalità interessate, né l’altrettanto indispensabile riallineamento reale tra le posizioni di carriera ed i trattamenti economici degli appartenenti alla Polizia di Stato e gli omologhi colleghi inquadrati nelle Forze di polizia ad ordinamento militare: Arma dei carabinieri e Finanza. LA LETTERA DEL SINDACATO FSP continua qui >>>

 

.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 thoughts on “Necessità di un terzo CORRETTIVO AL RIORDINO dei gradi e carriere del 2017. Il Sindacato di Polizia scrive una lettera al Capo della Polizia. Una rincorsa ad una equa riordinazione che nasce dal 1995. Dal primo riordino storico delle carriere.”

  1. … che per quanto riguarda gli ex mar. Ca. Dei CC. da +10 a +23 anni sono rimasto bloccato per l’appunto al grado di maresciallo capo. MENTRE TUTTI GLI ALTRI SENZA ALCUN INTOPPO HANNO avuto una carriera brillante e lo sbocco allo status di ufficiale, mediante corcorso per titoli. Invece noi a stento promossi mar. magg. e forse luogotenti con netto e ingiustificato ritardo!

  2. Nella lettera sopra riportata, indicate tra le altre cose “Nell’Arma tutti coloro i quali, nel 1995, erano inquadrati come marescialli sono da tempo diventati luogotenenti e cioè “apicali”” ciò non corrisponde a realtà in quanto molti di noi a cui ci sono stati rubati anni di carriera, nonostante il 2 correttivo che sanciva al 1.1.2021 la nomina a luogotenenti, ciò non è ancora avvenuto.
    Saluti Luogotenente -27

  3. Dal riordino delle carriere hanno beneficiato quasi tutti tranne il ruolo Ispettori. I vari concorsi interni per Ispettore di Polizia di stato e di Polizia penitenziaria sono durati ben 10 anni molto svantaggioso per chi ha partecipato. Le caratteristiche al negativo sono: in primis chi ha partecipato 10 anni addietro al concorso aveva dai 30 ai 40 anni circa …oggi sono Vice Ispettore a 40 /50 anni come minimo.Considerando che servono 8 anni per diventare Ispettore Capo e ben 15 per ispettore superiore per molti di loro non avranno la possibilità di diventare Ispettore superiore. Inoltre è da considerare che nel 2026 per diventare Ispettore superiore il titolo di studio minimo è la laurea senza considerare che per accedere alla qualifica sarà bandito un concorso per esame…..Questa si che è sperequazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.