POLIZIA LOCALE, INTRIGHI E MALAFFARE A MILANO

Roma, 6 feb 2021 -Tutto ha inizio nel 2018. La valanga giudiziaria che porta ai primi tre arresti a luglio 2019 (due impiegate del Comune e una vigilessa), prosegue con un altro arresto nel giugno 2020 (ancora un vigile) e infine, come può oggi rivelare il Corriere, si conclude a dicembre scorso con la chiusura delle indagini contro un’altra dozzina tra agenti e ufficiali della Polizia locale e impiegati comunali.

Tutti «inchiodati» dalla stessa accusa: entrare nei sistemi informatici della Polizia locale e «neutralizzare» multe e avvisi di pagamento.

Il giudice che firmò i primi arresti sostenne: «Sono una squadra». E disegna più il profilo di uno «squadrone» (in divisa) annidato nella Polizia locale di Milano.

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.