Governo. Da Draghi non una parola sulla sicurezza e neanche sulla Difesa

Roma, 18 feb 2021 – NESSUNA PAROLA NEANCHE SULLE FORZE ARMATE: niente su missioni internazionali, riforme, investimenti, rinnovo del contratto, ecc..  Vedremo al lavoro il nuovo Governo e tireremo le nostre considerazioni, ma nel contempo chi e’ nella posizione di rappresentarci lo faccia con insistenza.

(ANSA) – “Salutiamo con il nostro più convinto benvenuto e con il più leale augurio di buon lavoro il neo presidente del Consiglio, Mario Draghi. Constatiamo con rammarico, però, come nel suo discorso non una parola sia stata spesa sul tema della sicurezza”. Così Valter Mazzetti, segretario generale Fsp Polizia di Stato, dopo il primo discorso al Parlamento del premier. “Il sistema sicurezza – osserva Mazzetti -, una delle più importanti infrastrutture immateriali di questo Paese, ancor più in momenti di estremo disagio come questi, non ha registrato la minima attenzione nel nuovo programma di governo, all’infuori di un oltremodo generico e fuggevole riferimento nel capitolo dedicato al Mezzogiorno.

Scarsa attenzione, se non nulla aggiunge – che già si era evidenziata in occasione delle audizioni delle parti sociali, che ha visto l’esclusione di mezzo milione di lavoratori i quali, per legge, non beneficiano di alcuna rappresentanza sociale se non quella delle proprie rappresentanze sindacali”.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.