SPORT SCI / MARTA BASSINO, MEDAGLIA D’ORO. Il valore di ogni uomo ed ogni donna che indossa la divisa dell’Esercito.

Roma, 18 feb 2021 – di Francesco GENTILE. Una nostra collega, la piemontese Marta Bassino, ha recentemente regalato all’Italia la prima medaglia d’oro ai Campionati del Mondo di sci di Cortina, interrompendo il digiuno della squadra azzurra, che si protraeva da ormai sei giornate.

L’impresa della Bassino, protagonista di una gara difficilissima e costantemente in rimonta, mi induce ad una riflessione sul significato dell’essere militare oggi.

La sciatrice azzurra ha mostrato di possedere un’ottima tecnica, un’attenta preparazione, una tenacia fuori dal comune ed una invidiabile resilienza, ha dimostrato, insomma, di essere un’eccellenza nel suo campo, una professionista in tutto e per tutto.

In effetti, i militari, che siano atleti, genieri, artiglieri, fanti o trasmettitori sono dei professionisti scrupolosamente preparati, che sanno anteporre il compimento del proprio dovere agli interessi e ai sentimenti personali, che affrontano le sfide con coraggio e le difficoltà con risolutezza e che hanno quel grado di professionalità che
spinge le istituzioni a coinvolgerli nei momenti di maggiore pericolo e difficoltà del Paese.

L’immagine della Bassino che sale sul tetto del Mondo usando come unici strumenti i suoi sci e la sua determinazione sottolinea il valore di ogni uomo ed ogni donna che indossa la divisa dell’Esercito.

E quindi, carissima Marta, voglio farti i miei complimenti più sinceri per la bellissima vittoria ai Campionati del Mondo di sci di Cortina.

Vederti sul podio con la medaglia d’oro al collo mi ha riempito di orgoglio, non solo come italiano ma, soprattutto, come militare.

Ti ringrazio per aver parlato dell’Esercito come una grande famiglia, dalla quale ti senti accolta e sostenuta e per la quale vinci i tuoi
allori.

Con queste tue parole, quella medaglia d’oro che hai vinto l‘hai messa al collo di ognuno di noi, facendoci risplendere per l’onore e l’orgoglio di essere soldati dell’Esercito Italiano.

Infine, cara Marta, a nome di tutto il personale che mi onoro di rappresentare ti ringrazio per aver dato lustro alla Forza Armata ed ai Graduati dell’Esercito.

Roma, 18 febbraio 2021

Francesco Gentile
Delegato Cocer

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.