DIRITTI SINDACALI. Approvare una legge che sia in linea con le aspettative del personale.

Massimiliano Zetti, Segretario Generale Nuovo Sindacato Carabinieri

Roma, 24 feb 2021 – LETTERA APERTA DEL SEGRETARIO DEL NSC. Gentile Deputata Emanuela Corda. Visto che é stata cacciata dal M5S, si presume che adesso la S.V. non debba più sottostare al diktat che le avevano imposto e ai compromessi al ribasso con il PD, in materia di diritti sindacali garantiti dalla Costituzione (già di per sé é grave parlare di compromesso quando si parla di diritti).

Adesso ha la possibilità di ribaltare il testo della legge “Corda” sui Sindacati Militari, che giace in Commissione Difesa al Senato (DDL 1893), azzerando il testo quando tornerà alla Camera dei Deputati.

On. Emanuela Corda.

Magari potrebbe consultarsi con la Senatrice Bruna Angela Piarulli e con il Senatore Dino Mininno per un’azione coordinata. In cuor suo, credo che anche lei sia sempre stata consapevole che il testo della legge che porta il suo nome, sia iniquo e contenga profili di incostituzionalità. Adesso che ha le mani libere, tiri fuori il meglio di sé.

Lasci a coloro che l’hanno cacciata la responsabilità di approvare una legge respinta e ripudiata da TUTTI i sindacati i militari e gradita solo agli Stati Maggiori. Le consiglio anche di togliere il nome in qualità di prima firmataria della legge e prenderne le distanze, altrimenti questi sono capaci di approvare questo obbrobrio e nell’immaginario collettivo, il popolo militare continuerà a dare la colpa a lei. Scelga lei: essere ricordata per un merito o per una colpa.

Massimiliano Zetti
Segretario Generale del Nuovo Sindacato Carabinieri.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.