IL CARABINIERE UCCISO IN CONGO, PARLA IL COMANDANTE DEL 13°REGGIMENTO

Roma, 24 feb 2021 – L’ Arma dei Carabinieri  è presente in 127 sedi diplomatiche, con 399 carabinieri a cui è affidato il compito di svolgere servizi di vigilanza e protezione. Parlano più lingue e hanno competenze in grado di dare supporto agli ambasciatori nella valutazione dei pericoli.

Le sedi più a rischio vengono rinforzate con militari della Seconda Brigata Mobile, sottoposti a un addestramento che integra le attività di scorta, vigilanza e protezione. Soldati d’élite, con un coraggio dimostrato in più occasioni, non sempre note.

A Gorizia si ricordano ancora di quando un collega a Teheran intervenne per bloccare un uomo pronto a darsi fuoco in ambasciata. O quando a San Paolo del Brasile un altro carabiniere sventò una rapina nella rappresentanza diplomatica, disarmando un evaso e consegnandolo alla polizia locale. “Angeli custodi” esperti e pronti a intervenire, come ha fatto Vittorio.

CONTINUA A LEGGERE SU AVVENIRE.IT>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.