ALLOGGI DIFESA. Rassegna stampa sui provvedimenti di proroga degli sfratti.

Roma, 6 mar 2021  – ALLOGGI DEMANIALI DELLA DIFESA. Ecco alcune agenzie sulla questione della proroga degli sfratti, riguardanti anche il personale militare e civile che abita in detti alloggi.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

5 thoughts on “ALLOGGI DIFESA. Rassegna stampa sui provvedimenti di proroga degli sfratti.”

  1. A quanto risulta uno stipendio o una pensione media la prendono comunque, quindi, rispetto a i disoccupati da COVID proprio in bolletta non rimangono….quindi liberate l’alloggio please. dato che i requisiti sono oramai scaduti e la pacchia a da fini’…come dicono a certe latitudini

  2. Lo e” o lo fa. Cosa intende x pacchia. I cosiddetti SINE TITOLI non usufruiscono di nessuna agevolazione, anzi pagano un fitto di mercato, maggiorato grazie al decreto 2011. Ci sono 5200 alloggi vuoti, si chieda perche’ non vengono assegnati.. Si informi e poi ci potra” essere un confronto….

  3. Ma se pagano un fitto maggiorato perche’ vogliono continuare a pagarlo e non se ne vanno fuori pagando di meno?
    Si vede che qualche vantaggio ce lo hanno altrimenti sarebbe masochistico.
    Capisco il trasloco ma alla fine se paghi tanto non conviene cmq rimanere .
    Gli alloggi vuoti non vuol dire niente, cmq chi ne ha diritto paghera’ un canone equo e vantaggioso rispetto al mercato libero, e giustamente chi deve lasciare in qualche maniera doveva essere disincentivato con un bel aggravio di fitto, altrimenti l’italiota medio non se ne va….

  4. Aridaie , sei invidio o parli per parlare?. Il punto è che giustificano lo sfratto perché non ci sono alloggi disponibili. E qui viene fuori che ci sono alloggi vuoti , che non possono essere assegnati perché non ci sono soldi per ripulirli. Poi i sine titolo hanno sempre pagato di più rispetto agli ASI. Loro si che fanno la pacchia, poiché se la moglie lavora non gli fa’ reddito, mentre al AST che sarebbe sine titolo c’è il raddoppio del canone. A questo c’era il protocollo di fare cooperativa per alloggii militare, e sparito tutto in più sugli affitti degli alloggi dei sine titolo veniva prelevato il 15% fondo che è sparito. Per non parlare della Alloggi Spa, le aste andate deserte con un danno di 800mila euro dati come risarcimento alle aziende incaricate. Poi se vuoi c’è Casa Diritto fondata dal personale in servizio,negli anni 80, proprio perché già le prime assegnazione le decidevano i comandanti ,in modo ……. Poi vai nel sito e ti farai una cultura . Se poi ti interessa mandami il tuo nr. di Cell. e possono discutere.

  5. La questione non e’ che ci siano o meno alloggi , la questione e’ vi spetta o non vi spetta se non ci sono piu’ i requisiti?
    Non e’ questione di far pagare anche il triplo e’ una questione di lasciare le mammelle dello stato matrigno.
    Poi se restano vuoti gli alloggi non fa niente, li useranno a gratis gli immigrati clandestini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.