CORRETTA APPLICAZIONE ORARIO DI SERVIZIO. La nota del SIULM Comparto Carabinieri

Roma, 7 mar 2021 – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA NOTA DEL SIULM.   Continuano a giungere segnalazioni sulla corretta attuazione dell’orario di servizio, soprattutto dalle stazioni, dai nuclei e dalle radiomobili, che una volta giunti in sede hanno la necessità di approntarsi con strumentazione e dotazione di armamento per svolgere l’attività comandata.

Va da se che sia per prendere tutto il materiale che viene assegnato di volta in volta per l’espletamento del servizio, sia per riporlo, c’è bisogno di tempo. La questione si sperava fosse ormai chiarita, ma ci risulta che alcuni comandanti facciano ancora orecchie da mercante e costringano il personale a svolgere le 6 ore di servizio in pattuglia non prendendo in considerazione il tempo necessario per le predette operazioni.

Eppure diverse sentenze della Corte di Cassazione, la n. 15734 del 2003, la n. 19273 del 2006, la n. 19358 del 2010, nonché l’ordinanza 5437 del 2019, sanciscono e consolidano il principio del diritto alla retribuzione per il tempo di “cambio tuta”.

Nello specifico la Corte sancisce che “indossare la tuta da lavoro in azienda, seguendo le modalità impartite dal datore di lavoro, fa parte del tempo lavorativo e va pagato”. A maggior ragione, il tempo necessario per poter prendere e riporre tutta la strumentazione e l’armamento che l’amministrazione dice essere indispensabile per svolgere il turno di servizio deve essere considerato come tempo lavorativo e quindi va retribuito.

E ciò è imprescindibile, perché il tempo stimato per prendere in consegna tutta la strumentazione e l’armamento è di circa 15-20 minuti. Stesso tempo si impiega per la riconsegna.

Pertanto, se si pretende che la pattuglia svolga le sei ore di servizio in pattuglia, i 15-20 minuti prima e dopo DEVONO essere programmati e inseriti come servizio effettivo. Invitando tutti i colleghi a voler segnalare gli eventuali abusi – SEGNALAZIONI CHE RIMARRANNO ANONIME, va d’uopo che comunque vigileremo sull’esatto comportamento dei vari reparti, facendo presente che non lesineremo a denunciarli pubblicamente poiché non fanno altro che togliere tempo e soldi alle famiglie.

SIULM – Sindacato Unitario Lavoratori Militari COMPARTO CARABINIERI

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.