L’Operatore Logistico della Sanità non può essere impiegato in attività di assistenza sanitaria di base e diagnostica proprie delle figure sanitarie come i medici e gli infermieri

Roma, 11 mar 2021 – di Luca Marco Comellini, Segretario Generale del Sindacato dei Militari.
Ancora una volta siamo costretti denunciare pubblicamente come nell’ambito della Sanità Militare, dove sono in uso pubblicazioni/disposizioni/direttive/circolari sanitarie militari per le quali non è stata acquisita formale convalida od accreditamento da parte dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), vengano ancora impiegati i cosiddetti “Operatore Logistico della Sanità” (OLS); personale militare senza alcuna formazione e privo di qualsivoglia titolo a svolgere importanti attività di assistenza sanitaria di base e diagnostica proprie delle figure sanitarie come i medici e gli infermieri.

Malgrado le Forze Armate in questo particolare momento stiano contribuendo come non mai per affrontare l’emergenza sanitaria su tutto il territorio nazionale, stanno, ancora una volta, dimostrando la grossa difficoltà ad adeguarsi alle norme che lo Stato si è dato per assicurare la salute dei cittadini e ciò rappresenta un concreto rischio per la salute dei pazienti o di nocumento sociale e morale qualora si tratti di attività svolte nell’ambito della selezione del personale o di verifica dell’idoneità a particolari mansioni.

La sopportazione del Sindacato dei Militari è oramai arrivata al suo limite. Le nostre numerose richieste di intervento avanzate agli organi istituzionali preposti al controllo della salute pubblica come l’Istituto Superiore di Sanità, il Ministero della Salute, la Federazione Nazionale Ordini delle Professioni Infermieristiche, sono tutte rimaste senza risposta o con comunicazioni elusive del problema. Tuttavia, in questo contesto non ci si soffermerà sulle mancanze delle istituzioni che la Repubblica ha messo a difesa della salute dei suoi cittadini; ci saranno tempi e modi per portare all’attenzione dell’opinione pubblica i ritardi e le mancate risposte dei loro rappresentanti ma il Sindacato dei Militari oggi vuole denunciare la grave noncuranza da parte dei vertici militari e del personale dirigente alle loro dipendenze delle basilari norme per assicurare ai cittadini con e senza le stellette un’assistenza sanitaria efficace e sicura. L’articolo di Luca Marco Comellini continua qui >>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.