Vaccinazioni anti Covid-19. Comunicato USMIA.

Roma, 17 mar 2021 – Con tale comunicato non intendiamo certamente alimentare l’entropia informativa che oramai da oltre un anno ci vede giocoforza coinvolti nell’ascolto di pareri, non di rado contraddittori, espressi da luminari, esperti e vari consiglieri. Auspichiamo, tuttavia, che le Autorità competenti, a fronte della necessità di tutela dei cittadini e dei lavoratori, possano tempestivamente dirimere i dubbi sollevati in merito a presunti gravi effetti collaterali connessi alla somministrazione del vaccino anti Covid.

Riteniamo, altresì, che tale materia non ammetta strumentalizzazioni né altre forme di condizionamento, considerato che, una adeguata e tempestiva campagna vaccinale, rappresenta, ad oggi, l’unico strumento efficace, necessario a salvaguardare la salute dei cittadini, dei lavoratori e, conseguentemente, dello stesso sistema socio – economico del nostro Paese.

In tale contesto, si rileva che il personale delle Forze Armate chiamato ad assicurare le funzioni operative, di sicurezza o comunque pubbliche anche presso strutture sanitarie militari, può essere sottoposto, ai sensi dell’Art. 206 del Codice dell’Ordinamento Militare, a profilassi vaccinale ritenuta indispensabile in predefiniti ambiti di impiego. Tuttavia, così come il militare adempie ai propri doveri onorando fino in fondo i propri obblighi professionali, ci si attende che, inequivocabilmente, lo Stato – senza magari farsi scudo del consenso informato – assicuri ogni forma di sostegno… Il comunicato completo continua sul portale di USMIA, clicca qui >>>>

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.