Scuola Sottufficiali dell’Esercito, cittadina onoraria di Viterbo

Roma, 20 mar 2021 – Il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, a nome dell’amministrazione e della città di Viterbo, ha consegnato al generale di brigata Stefano Scanu, comandante della Scuola Sottufficiali dell’Esercito, una targa attestante la concessione della Cittadinanza onoraria, conferita con deliberazione del consiglio comunale lo scorso 11 febbraio.

La città di Viterbo è sede della Scuola Sottufficiali dell’Esercito. Nel 1965 lo Stato Maggiore dell’Esercito dispose di creare un’unica Scuola a Viterbo, con lo scopo di unificare il ciclo formativo dei Sottufficiali.

Il provvedimento divenne esecutivo dal mese di gennaio e il 10 luglio 1965 la Bandiera della Scuola Allievi Sottufficiali, proveniente da Rieti, giunse a Viterbo. Il 10 gennaio 1966 prendeva avvio il primo dei tre corsi Allievi Sottufficiali (A.S.), che ogni anno avevano inizio nei mesi di gennaio, maggio e settembre.

Nel 1996, con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 12 maggio 1995, n. 196 la Scuola divenne protagonista del profondo mutamento “culturale”, prima ancora che strutturale, delle Forze Armate in genere e dell’Esercito in particolare.

Dal 1 gennaio 1998 l’Istituto cambiò denominazione in “Scuola Sottufficiali dell’Esercito” (SSE) e il 20 ottobre dello stesso anno prendeva il via il primo dei corsi per Allievi Marescialli, con lo scopo di formare comandanti di plotone preparati sia sotto il profilo professionale sia dal punto di vista culturale.

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.