MILITARI / Richiami ausiliaria a favore delle PP.AA. / ELENCO DEGLI UFFICIALI E MARESCIALLI AGGIORNATO AL 19/3/2021. Teoricamente tutti potrebbero essere scelti e richiamati ad assumere un incarico in un ufficio della PA con sede nella provincia di residenza.

Roma, 26 mar 2021 – OVVIAMENTE IL NUOVO LAVORO DEVE ESSERE ADEGUATO AL GRADO E LIVELLO (settimo livello) DELL’INTERESSATO. IN LISTA ANCHE COLLEGHI CHE COMPIRANNO I 60 ANNI DI ETA’ DURANTE L’ANNO 2021 E CHE NON HANNO OPTATO PER IL MOLTIPLICATORE. Persomil ha pubblicato il nuovo elenco dei militari in “pensione” nella posizione di ausiliaria, e disponibili ad un reimpiego nella Pubblica Amministrazione.

Sulla lista non e’ presente colui che pur essendo in ausiliaria e’ gia’ stato chiamato al lavoro in uno degli Uffici della PA. E’ probabile che sulla lista ci siano provvisoriamente anche colleghi deceduti o non idonei al servizio, in attesa di un aggiornamento dell’elenco stesso.

Questa la nota di PERSOMIL.

Comunicato del 19/03/2021: Personale Militare in Ausiliaria e P.A.. Elenco del personale militare collocato in Ausiliaria – V.

Al fine di aggiornare l’elenco del Personale militare collocato in Ausiliaria al 31/07/2018 e pubblicato, ai sensi dell’art. 992 comma 3 del COM, sulla G.U. n. 117 del 16/09/2019 – S.G. n.37, si rende disponibile il documento tramite il seguente link:

Qui trovi l’elenco del personale militare in ausiliaria banca dati 19 marzo 2021.

Rimangono invariate le modalità e le procedure di richiesta da parte delle Amministrazioni Pubbliche rese note con i precedenti comunicati.

 

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

7 thoughts on “MILITARI / Richiami ausiliaria a favore delle PP.AA. / ELENCO DEGLI UFFICIALI E MARESCIALLI AGGIORNATO AL 19/3/2021. Teoricamente tutti potrebbero essere scelti e richiamati ad assumere un incarico in un ufficio della PA con sede nella provincia di residenza.”

  1. la norma come è scritta non permette il richiamo nella pubblica amministrazione ma solo in forza armata, difatti non esiste un solo richiamo se non su base volontaria.

  2. SE UNO NON E’ INFORMATO NON DEVE INTERVENIRE SU COSE CHE NON CONOSCE MINIMAMENTE DI PERSONA. La redazione conferma che conosce colleghi militari richiamati dall’ausiliaria a prestare servizio in diverse amministrazioni, come ad esempio uno e’ diventato responsabile della polizia urbana di un comune; un altro collega lavora in prefettura. La procedura del richiamo e’ molto semplice: un amministratore incaricato dalla PA scorre l’elenco del personale inserito sulla lista on line della Difesa e chiede al Ministero di avere i recapiti e il curriculum di tizio o di caio, e li convoca. Poi se li ritiene idonei li assume, sentito ovviamente l’interessato.

  3. Richiameranno i soliti raccomandati, magari sotto celata richiesta , dato che magari il furbetto non ce la fa piu’ a stare a casa dalla moglie tutto il giorno. Quindi presupponendo che sia sentito l’interessato , lo stesso puo’ anche non accettare, altrimenti che lo setirebbe a fare?

  4. RIPETO, S ENON CONOSCI LA MATERIA GETTA LA SPUGNA. L’INTERESSATO PUO’ RIFIUTARE UNA SOLA VOLTA. SE LO FA ANCORA VIENE TOLTO DALL’AUSILIARIA. L’INTERESSATO PUO’ RIFIUTARE PERO’ TUTTI QUEGLI INCARICHI NON IN LINEA CON IL SUO CURRICULUM LAVORATIVO E LIVELLO RETRIBUTIVO.

  5. e chi stabilisce quale livello retributivo e’ abbinabile all’incarico e sopratutto il curriculum di un militare, se non tecnico e’ molto vago…..alla fine una percentuale meno dell’un per mille potra essere validamente richiamato, quindi son solo bluff e chiacchere teoriche, chi viene richiamato e’ perche’ sotto sotto lo chiede lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.