IL GENERALE SERINO ALLA COMMISSIONE DIFESA DELLA CAMERA: VOLONTARI VFP 3+3 E RISERVA

Roma, 23 apr 2021 – Il generale Pietro Serino, attuale capo di Stato maggiore dell’Esercito, il 20 aprile è stato ascoltato dalle Commissioni Difesa di Senato e Camera per la presentazione delle sue linee programmatiche. Negli interventi che riguardano il personale ha introdotto due novità di rilievo:

RISERVA ANCHE DI TRUPPA E VOLONTARI 3+3
Il capo di SME ha ipotizzato la creazione di una riserva capace di alleggerire la pressione sul personale permanente in caso di emergenze particolarmente gravose sul modello di una riserva selezionata estesa non solo agli ufficiali, com’è adesso, ma anche a sottufficiali e truppa con esigenze particolari e specialistiche.

Per gli arruolamenti il capo di Sme propone Volontari in ferma prefissata (VFP) 3+3, che ne abbassi l’età e consenta di avere il tempo necessario per la loro formazione, che richiede competenze sempre più complesse, per adeguarsi alla speculare complessità dei campi di battaglia. Una qualificazione che sarà preziosa per il militare congedante , quando dovrà ritornare nel mondo del lavoro civile.

BRIGATE PLURIARMA CON SPECIALIZZAZIONE CIBERNETICA E SPAZIALEE MODERNI MEZZI PESANTI
Un altro cardine di modernizzazione è quello della brigate pluriarma, incluse le competenze e le capacità offensive e difeNsive di tipo cibernetico e satellitare.

Un capitolo il generale Serino lo ha dedicato ai sistemi d’arma, che sono anche un forte stimolo per la filiera industriale nazionale : “particolare importanza assumono i mezzi pesanti, che costituiscono la massima espressione di capacità operativa della dimensione terrestre e si presentano come una opportunità per consentire il rilancio del settore terrestre dell’industria della difesa e sicurezza nazionale, e l’elemento per promuovere il nostro ruolo nella costituzione della dimensione militare dell’Ue”.

Il capo si SME si riferisce alla acquisizione di veicoli da combattimento per la fanteria (Idf) e di un nuovo carro armato da battaglia (Mbt), per mantenere le capacità di combattimento e innalzare la protezione del personale, puntando alla indispensabile integrazione nel sistema di comando e controll, che si ottiene anche con piattaforme comuni a tutti i mezzi.

CH47F E ROBOT
Attualmente la aviazione dell’Esercito ha introdotto i nuovissimi CH47F, mentre nel campo della robotizzazione, ovvero di sistemi in grado di agire anche senza collegamento con un operatore umano, il generale Serino conferma che si tratta di sistemi contrari alla democrazia, ma il cui sviluppo costringe il comparto della difesa a sapersi difendere nei casi di un uso ostile.

DIMINUISCE L’IMPEGNO DI STRADE SICURE – LOGISTICA DIFFICILE PER IL RIENTRO DALL’AFGANISTAN
Il comandante di Sme ha accolto con favore la riduzione graduale del personale impiegato per Strade Sicure, per riportarE IL alle sue missioni tradizionali. Per quanto riguarda, invece, il ritiro delle truppe dall’Afghanistan, Serino ha informato le commissioni sull’approntamento già effettuato delle risorse per il ripiegamento che, non appena arriverà l’ordine di missione dallo Stato maggiore della Difesa, saranno pronte ad agire, concludendo che: “sarà una missione logisticamente molto impegnativa, per numero di mezzi e sistemi, e per il fatto che l’uscita da Afghanistan è consentita solo per via aerea; non sarà né breve né facile”.

GUARDA IL VIDEO >>>>>- Difesa, audizione Serino, Capo stato maggiore esercito

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.