Francesco Gentile, Delegato CO.CE.R., fa un sunto delle procedure contrattuali per il rinnovo del contratto di lavoro dei militari.

Roma, 1 mag 2021 – di Francesco Gentile, Delegato CO.CE.R.. RINNOVO DEL CONTRATTO DI LAVORO TRIENNIO 2019/21.

CONCERTAZIONE.
Cos’è, come si struttura e come si svolge? Il decreto legislativo 195 del 1995 è un decreto che definisce le procedure negoziali. Le procedure negoziali, si compongono della contrattazione del contratto di lavoro delle forze di polizia ad ordinamento civile della concertazione di tutto ciò che riguarda lo status giuridico ed economico delle Forze Armate e delle Forze ad ordinamento civile e militare Guardia di Finanza e Carabinieri.

Al termine delle procedure negoziali, ciò che è stato stabilito in sede di trattativa viene recepito in due diversi DPR (decreti del Presidente della Repubblica), che conterranno gli incrementi stipendiali, le nuove misure accessorie e tutto ciò che si è definito in termini normativi.

In sostanza il Dl 195/95 definisce:

  • il procedimento per l’emanazione dell’accordo sindacale dello schema di provvedimento;
  • la composizione delle delegazioni;
  • modalità di svolgimento dei lavori e procedure per il raffreddamento dei conflitti,

ed è una sorta di road map di come deve essere orientato il tavolo della trattativa.

La funzione pubblica, sulla base dei numerici degli iscritti, definisce le sigle rappresentative che siedono al tavolo.

Per quanto riguarda la rappresentanza Militare, questa si compone di  un delegato per ciascuna categoria, e cioè un rappresentante Cocer per ciascuna categoria per ogni singola Forza Armata.

ATTIVITA’ NEGOZIALI

Le attività negoziali cominciano su iniziativa del Ministro della Funzione Pubblica. L’on. Renato Brunetta ha aperto ufficialmente il tavolo con le parti sociali il 28 aprile.

La attività negoziali dei comparti Difesa e Sicurezza si sviluppano contemporaneamente, lavorano in sinergia e, per l’appunto, in concerto, per garantire omogeneità tra i ruoli delle Forze Armate e quelle di Polizia.

LA CONCERTAZIONE PER LE FORZE ARMATE E DI POLIZIA AD ORDINAMENTO MILITARE È SOTTOSCRITTA DA:

Ministri

Delegati Cocer

Capo Di Stato Maggiore della Difesa (+Delegati)

Comado Generale CC

Comando Generale GdF

MATERIE DI CONCERTAZIONE TRATTATE.

In fase di concertazione, non è solo la componente economica stipendiale ad esser discussa, ma anche:

  • trattamento economico (anche accessorio);
  • orario di lavoro;
  • licenze e congedi, aspettative e permessi;
  • misure per l’efficienza dei servizi;
  • missioni trasferimenti e straordinario;
  • elevazione e aggiornamento culturale.

Non appartengono invece al tavolo di discussione la materie riguardanti:

  • Ordinamento;
  • Addestramento;
  • Operazioni;
  • Settore Logistico Operativo;
  • Rapporto gerarchico funzionale;
  • Impiego del personale.

MATERIE OGGETTO D’INFORMAZIONE AGLI ORGANI DI RAPPRESENTANZA

  • Organizzazione;
  • Stato giuridico;
  • Mobilità ed impiego;
  • Sanzioni disciplinari;
  • Dotazioni organiche;
  • Trattamento all’Estero.

Su ogni modifica che viene fatta a queste materie la Rappresentanza deve essere informata (l’informazione, giocoforza, implica sempre una forma di confronto e discussione)

AI SENSI DEL D.LGS.  195/95 COME VIENE STRUTTURATA UNA CONCERTAZIONE?

Ogni anno, nella legge di bilancio,  il governo deve destinare le risorse economiche necessarie per poter stipulare, al terzo anno, la concertazione. I soldi stanziati vengono suddivisi in base alle percentuali del pubblico impiego: comparto Scuola, comparto Sanità, comparto Ricerca, comparto Difesa e Sicurezza.

Altro aspetto fondamentale da tener presente è che talvolta gli interessi delle forze di Polizia e quelle delle FF.AA. potrebbero non convergere: in questo caso è importante trovare, nella contrattazione, una norma da finanziare che sia utile ad entrambi.

E’ dunque necessario, affinché i benefici giungano a tutti e non vengano commesse ingiustizie, che i fondi che arriveranno siano utilizzati per aumentare la parte fissa e continuativa degli stipendi e finanziare in forma adeguata la parte accessoria stipendiale.

di Francesco Gentile, Delegato CO.CE.R.

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.