Denuncia carabiniere per violenza sessuale in caserma: condannata per calunnia

Roma, 6 mag 2021 – Condannata per calunnia. Trentasette anni, residente a Ravenna, la donna aveva denunciato un carabiniere di Napoli lamentando una violenza sessuale subita in caserma, violenza secondo i giudici in realtà mai verificatasi. All’imputata, processata con rito abbreviato, sono stati inflitti un anno e quattro mesi di carcere con pena sospesa. Dovrà inoltre pagare al militare partenopeo (51 anni, al tempo in servizio a Ravenna) una provvisionale di 5mila euro.

La Procura aveva chiesto l’assoluzione, ritenendo che nelle parole della donna potesse non esserci dolo. La vicenda, denunciata a dieci mesi dai fatti, risale alla mezzanotte tra il 10 e l’11 gennaio 2018 quando il militare, adducendo questioni investigative, aveva fatto entrare al comando provinciale due donne conosciute poco prima in un bar, tra cui appunto la 37enne……

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “Denuncia carabiniere per violenza sessuale in caserma: condannata per calunnia”

  1. Resta il fatto che non si trattengono le signore in una caserma militare se non per ragioni stettamente legate al servizio o a deposizioni di querele. Infatti per il resto e’ stato sanzionato il milite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.