Carabiniere ucciso a colpi di fucile: la verità degli investigatori nelle impronte digitali

Roma, 24 mag 2021 – La Procura di Lecce punta sul prelievo di materiale organico e impronte digitali, in attesa del responso sugli accertamenti tecnici del Ris iniziati ieri a Roma, per dare una svolta nelle indagini sull’omicidio dell’ex maresciallo dei carabinieri, freddato la sera del 3 maggio scorso con quattro colpi di fucile calibro 12, davanti la villetta della sorella, in contrada Tarantini a Copertino, dove era solito recarsi per la cena, in compagnia del figlio undicenne.

CONTINUA A LEGGERE>>>>>

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.