ALLOGGI DIFESA / CASA-DIRITTO: UNO SPIRAGLIO DI LUCE SUL BLOCCO DEGLI SFRATTI. SOLO GLI IGNAVI NON PERDONO MAI

Roma, 9 giu 2021 – Gli ultimi sviluppi del Decreto n.41 (Decreto Sostegno) riportante il surreale OdG farsa ci aveva portato sconcerto e indignazione da parte della logica e di chi partecipa in prima persona  con le proprie famiglie alla continua battaglia nel far valere le proprie ragioni e diritti con passione e partecipazione di tutti noi, come provano l’invio di tante e mail in Parlamento.

Infatti il dispositivo approvato in maniera tragicomica, prorogava gli atti di recupero dal 30 giugno 2021 al 30 giugno 2021. Roba da non credere. Tanto incredibile che immediatamente il presentatore dell’OdG a prima firma on. PAGANI (PD) attivandosi, da una parte nel vedere se tecnicamente era mai possibile risalire all’autore/i dell’ intrepida impresa, dall’altra risolvere il problema proroga “ prendendo il toro per le corna”.

Dalle ultime notizie, tutte da verificare, e fatte trapelare da ambienti ufficiosi, prende corpo l’idea che il Ministro della Difesa  on. GUERINI, dopo incontri e accertamenti sul caso, stia per emanare ai competenti organi Istituzionali della Difesa, disposizioni in merito.  Tali decisioni sarebbero prese a base delle conclusioni del dispositivo della Commissione Difesa quando il 12 maggio concluse i lavori sul Decreto n.41. 

Infatti nella parte “ considerato” recitava tra l’altro” che l’emergenza in atto richiede un’ulteriore valutazione relativamente alla proroga degli Atti Amministrativi che dispongono il recupero forzoso degli alloggi della Difesa, come richiesto dal ( precedente ) odg Pagani n. 9 2845 / A 1 accettato dal Governo “ Si approva “. Questo in Commissione Difesa il giorno 12 maggio 2021 di cui riportiamo in allegato il verbale, già prodotto da CASADIRITTO nell’articolo sul sito del 15 maggio 2021.

PER CHI SUONA LA CAMPANA?

Seguiremo con millimetrica osservazione e partecipazione quella che al momento risulta che sia solo una indiscrezione, allo scopo di incoraggiare

in primo luogo le tante famiglie che sarebbero dovute andare via dal proprio alloggio, dopo il blocco del 30 giugno 2021.(ancora in pericolo)

Ma tutti noi utenti, anche quelli che finora non hanno ricevuto alcun avviso,  sappiano che l’eventuale e sospirato blocco degli sfratti riguarda un po tutti. Infatti altri sei mesi di tempo danno maggiormente la consapevolezza agli utenti del pericolo che incombe, quello che ci proviene per ora solo  dai boatos, o meglio da cose dette e non dette, rendendoli almeno piu’ partecipi fino all’uscita del Decreto Biennale,  Per gli  estensori della Difesa  da una parte si potrebbe aprire un periodo di tempo  più riflessivo che aiuti ad  apportare alla bozza le eventuali correzioni in sede di Commissione Difesa. Il periodo trascorso ci ha maturato e ha maturato anche alcuni membri della Commissione almeno nel conoscere il problema.

Ma se questo non bastasse e gli utenti  dall’altra parte non condivideranno nelle forme partecipative la linea che CASADIRITTO saprà o potrà indicare, ebbene c’è il rischio che la campana suoni per molti di noi, quasi per tutti. Quella campana non deve suonare Non è più tempo per cui “ i signor tranquillo” stiano seduti al divano, incoscienti di quello che accade.Come da sempre la nostra storia di CASADIRITTO, è fatta da vittorie e da sconfitte, si può vincere o perdere  Solo gli ignavi e gli scettici a prescindere, non perdono mai.

Queste docce scozzesi però lasciano inevitabili dure conseguenze sui nostri stati d’animo e sul nostro fisico, già un po provato, ma continueremo a combattere. FACCIAMOLO INSIEME.

Allegato: Copia dispositivo della Commissione Difesa del 12  maggio 2021, clicca qui >>>

Roma li 3 giugno 2021             

IL COORDINATORE DI CASADIRITTO
Sergio Boncioli

.

Seguici in tempo reale sul nostro canale e gruppi/chat TELEGRAM - Ti aspettiamo! ECCO COME FARE>>>

Visita la nostra pagina Facebook, metti un "LIKE" per rimanere aggiornato>>>

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

7 thoughts on “ALLOGGI DIFESA / CASA-DIRITTO: UNO SPIRAGLIO DI LUCE SUL BLOCCO DEGLI SFRATTI. SOLO GLI IGNAVI NON PERDONO MAI”

  1. La proroga sara’ infatti e giustamente al 31 luglio 2021, quindi un altro mese e poi……ognuno a casa Sua….quella nuova comperata o affittata altrove.

  2. Dalle ultimissime notizie in nostro possesso, smentiamo la sentenza lugubre di mister PUR TROPPO , Siamo spiacenti per lui che come cattivo profeta dovrà cambiare mestiere. Infatti si profila una clamorosa vittoria di tutte le forze della ragione e della trattativa per cui il termine del blocco quasi sicuramente sarà al 31 dicembre 2021. Non ci sono case nuove comprate ma soltanto drammi. Anche quest’uomo non purtroppo ma meno male per lui dovrebbe averla capita. Grazie dell’ospitalità come sempre. CASADIRITTO

  3. Il signor purtroppo deve dire che fine faranno eventuali alloggi liberati da famiglie… in maggioranza bisognose.. Andranno a sommarsi ai 5000 e oltri alloggi vuoti… con famiglie allo sbaraglio e perdita di soldi da parte dello STATO. Ricordo che non esiste nessuna agevolazione tutti pagano un fitto di mercato… anzi anche maggiorato. Pertanto il Signor purtroppo pensi prima di dare giudizi… tra l” altro esprimere PROFEZIE…. GRAZIE A DIO…. che sembrano superate.

  4. Gli alloggi liberati posso essere messi all’asta a prezzi stracciati, oppure essere demoliti, la perdita dei soldi non deve interessare l’associazione o il singolo, quindi nema problema. E la gente si arrangia come tutti, dato che la benficienza non e’ un obbligo.

  5. TROPPO POCO, parli come un vetero palazzinaro della Roma anni 60 dei film di Alberto Sordi. Per te non esiste il problema di dare o non dare una casa ai militari. Di dare un futuro agli alloggi. Esiste solo un Comitato d’affari che perlopiù è negligente e non da fare nemmeno quello con i soldi degli altri, senza rischiare nulla nemmeno una condanna da parte della Corte dei Conti che ignora tutto il problema. Ma per uno come te, che problema c’è? Ma allora di che cosa stiamo parlando? Le case sono state costruite con i soldi pubblici, di chi paga le tasse, e debbono svolgere una funzione sociale e non per le tue elucubrazioni.

  6. TROPPO POCO ? Ma che dici, sembri un vetero palazzinaro anni 60 della Roma di Alberto Sordi.Le case sono state costruite con denaro pubblico e debbono rispondere negli scopi a chi ha versato quel denaro, non alle voglie di questo o quel generale come sembra che tu apprezzi.

  7. Troppo poco non ci sono parole o commenti a quello che dici. Si spera solo che siano in pochi a pensarla come te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.